Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Grotte

"Appostamenti vicino alla casa di campagna di una trentenne", denunciato

La donna ha riferito ai carabinieri di avere timore per la propria incolumità, attivate - in via precauzionale - tutte le procedure del cosiddetto "Codice rosso"

(foto archivio)

Perseguitata. E’ dallo scorso maggio che una trentenne di Grotte è stata presa di mira da un coetaneo che, sistematicamente, si apposterebbe – stando all’accusa formalizzata dalla donna – nei pressi della sua abitazione rurale di Comitini. Un comportamento che, inevitabilmente, infastidisce la giovane, ma le crea anche timori e apprensione. E nelle ultime ore la trentenne s’è recata alla stazione dei carabinieri di Grotte dove ha raccontato tutto. I militari dell’Arma, in via precauzionale, come sempre avviene in casi del genere hanno attivato le procedure del cosiddetto “Codice rosso”. Una seria di tutele, di fatto, nei confronti della giovane donna residente a Grotte.

Non è chiaro, o almeno non è stato reso noto, se  il trentenne si sia invaghito della ragazza e provando a conquistarla si comporti in questo modo: con appostamenti sistematici nei pressi dell’abitazione rurale di Comitini.

Adesso comunque spetterà ai militari dell’Arma della stazione di Grotte – che sono coordinati dal comando compagnia di Canicattì – provare a fare chiarezza sul comportamento del trentenne, ma soprattutto tenere d’occhio la giovane che s’è rivolta loro avendo timori per la propria incolumità. Inevitabilmente verranno coinvolti, per la tutela della giovane, anche i carabinieri della stazione di Comitini. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Appostamenti vicino alla casa di campagna di una trentenne", denunciato

AgrigentoNotizie è in caricamento