Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Centro città / Via Francesco Crispi

Completata l'opera di Gandini, il vecchio tronco ha una nuova "vita"

Lo scultore ha terminato il proprio lavoro sulla porzione di pino di via Crispi che il Comune non era riuscito a rimuovere

Era un vecchio tronco di pino tagliato a meno di un metro di altezza, un ceppo senza scopo e totalmente antiestetico: ora è una scultura. E' stata infatti completata da Andrea Gandini, giovane scultore del legano che in varie parti d'Italia ha già realizzato interventi di questo tipo, la scultura realizzata dai resti di un tronco morto in via Crispi, ad Agrigento.

Dona un volto ai tronchi ormai morti, Gandini al lavoro in città

L'annuncio del completamento dell'intervento è stato dato dal preside dell'Accademia di Belle Arti Alfredo Prado, che aveva contattato Gandini d'accordo con il Comune, che in tutti questi anni non è mai stato economicamente in condizione di predisporre la rimozione dei ceppi degli alberi abbattuti perché pericolanti nelle varie zone della città. L'intervento artistico, che complessivamente ha ricevuto commenti positivi da parte dei cittadini (non da tutti, comunque) rappresenterà infatti certamente un rispettabile tentativo di "protagonismo civico", ma non risolve il problema.

Soprintendenza contro il "protagonismo civico": "Non è vera riqualificazione"

Le piante, infatti, negli anni avevano deformato gravemente il manto stradale e i marciapiedi, rendendoli pericolosi per i passanti. Uno stato di cose, che, ovviamente, è inalterato, dato che l'ente non ha le risorse per stradicare il ceppo, rimettere a posto le infrastrutture e, magari, sostituire la pianta morta con un nuovo albero o, perché no, con una scultura.

pino intagliato-2

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Completata l'opera di Gandini, il vecchio tronco ha una nuova "vita"

AgrigentoNotizie è in caricamento