rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Licata

"Falso alibi a carabiniere accusato di rapina", chieste tre condanne

Il pm Paola Vetro ha proposto 2 anni e 4 mesi per l’ex carabiniere Giuseppe Federico, 48 anni, di Licata, in congedo dall’Arma e candidato alle ultime elezioni regionali; 2 anni e 10 mesi, invece, per i fratelli Calogero e Francesco Burgio, 40 e 31 anni, di Palma

Secondo il pm Paola Vetro testimoniarono il falso per proteggere un carabiniere imputato di una rapina nella quale ci scappò pure una fucilata. Il magistrato della Procura ha chiesto la condanna a 2 anni e 4 mesi per l’ex carabiniere Giuseppe Federico, 48 anni, di Licata, in congedo dall’Arma e candidato alle ultime elezioni regionali; 2 anni e 10 mesi, invece, per i fratelli Calogero e Francesco Burgio, 40 e 31 anni, di Palma.

Secondo il pm, i tre imputati (difesi dagli avvocati Santo Lucia e Giuseppe Giglione che illustreranno le proprie arringhe il 20 marzo) avrebbero fornito un falso alibi al carabiniere Andrea Mirarchi tuttora imputato, dopo l’assoluzione in primo grado, di avere messo a segno una rapina in un’abitazione insieme agli stessi Burgio: i palmesi, che patteggiarono, dissero ai magistrati che l’auto del carabiniere era stata data loro in prestito e all'interno vi era il suo cellulare giustificando così la circostanza che la cella era stata agganciata nel luogo della rapina e la vettura era stata vista là. Federico avrebbe confermato la circostanza. 

Il processo con rito abbreviato è in corso davanti al gup Stefano Zammuto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Falso alibi a carabiniere accusato di rapina", chieste tre condanne

AgrigentoNotizie è in caricamento