Cronaca

L'omicidio di Lorena Quaranta, panchina rossa per non dimenticare

La richiesta è stata fatta, all'amministrazione comunale, dall'università della terza età: "Empedocle"

Lorena Quaranta

L'università della terza età, "Empedocle", ha proposto all'amministrazione comunale di collocare una panchina rossa in piazza Cavour a ricordo e memoria di Lorena Quaranta, la giovane che la luglio sarebbe diventata medico, uccisa dal fidanzato. 

Troppe persone per strada a dire addio a Lorena, Procura apre un'indagine conoscitiva

L'Unitre Empedocle, oltre a condannare l'uccisione di Lorena Quaranta, si unisce al grido di dolore di tutte le donne che hanno subito violenze, a volte irreparabili, invitandole a denunciare i loro fidanzati, i loro compagni o i loro mariti nel momento in cui si rendono conto che qualcosa si è interrotto nel loro rapporto e che, pertanto, possono essere oggetto di maltrattamenti improvvisi più o meno gravi.

L'Unitre "Empedocle", per lasciare sempre vivo il ricordo, ha, dunque, chiesto l'autorizzazione al sindaco di Favara, Anna Alba, di poter collocare una panchina rossa sulla quale applicare una targa con l'esplicita condanna contro ogni tipo di violenza sulle donne a prescindere dalla loro razza e dal loro colore. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'omicidio di Lorena Quaranta, panchina rossa per non dimenticare

AgrigentoNotizie è in caricamento