rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Cronaca Favara

Manifestazione per la legalità: "Io sto con Peppino... da Cinisi a Favara"

La manifestazione "Io sto con Peppino… da Cinisi a Favara" è organizzata dal circolo cittadino dell'AICS di Favara, presieduto da Marco Valenti, da Rosario Lombardo e da Luigi Rizzo

Il Circolo Culturale AICS di Favara con sede presso la celebre enosteria “I Dammusi”, luogo che congiunge la cultura siciliana alla tradizionale culinaria siciliana, ha organizzato per Sabato 7 Maggio 2016 una manifestazione dall’alto contenuto educativo.

La manifestazione che promuove la cultura della legalità con le armi della musica ma allo stesso tempo con momenti di riflessione, con un raduno di Vespe, con un Color Party e tanto altro.

La manifestazione “Io sto con Peppino… da Cinisi a Favara” è organizzata dal circolo cittadino dell’AICS di Favara, presieduto da Marco Valenti, da Rosario Lombardo e da Luigi Rizzo.

Dichiara il presidente del circolo cittadino dell’AICS di Favara, Marco Valenti: “Noi vogliamo dedicare la nostra manifestazione a Peppino Impastato e ricordare a tutti, soprattutto ai giovani, che si può fare anche cultura ricordando la storia di tanti siciliani che ci hanno lasciato un insegnamento morale. Le persone possono morire ma le idee nobili restano!

Rosario Lombardo dichiara “Noi vogliamo ringraziare tutte le persone che si stanno adoperando per la riuscita della manifestazione, che vuol essere un inizio di una lunga serie. Ringraziamo il comune di Favara per la disponibilità, tutti gli artisti e i gruppi che si esibiranno, il Vespa Club, Live Radio Rete 94, i Murritusi e tanti altri, soprattutto gli sponsor della manifestazione e cioè “I Dammusi” e “La Putia”. Un ringraziamento per il sostegno va alla Presidenza Provinciale dell’Aics per il sostegno”.

Programma:

Ore 16:30 presso i Dammusi si terrà la Jam Session mentre la Via Roma sarà impreziosita dalle attività di Artisti di strada 

Ore 17.30 Live Radio Rete 94

Ore 18.00 Raduno delle Vespe organizzato dal “Vespa Club”

Ore 20.00 “Ricordando Peppino… con le Istituzioni”

Ore 22.30 Murritusi in concerto e Color Party

Nel spazio dedicato alla riflessione il circolo culturale dell’AICS di Favara esporrà alla popolazione l’iniziativa di intitolazione della Piazza Cairoli a Peppino Impastato.

Il presidente provinciale Giuseppe Petix, a tal riguardo dichiara: “Sono felice di questa iniziativa e sono felice nel vedere l’entusiasmo che anima gli organizzatori della manifestazione: Marco, Luigi e Rosario.

Riguardo alla proposta di intitolazione della piazza Fratelli Cairoli a Peppino Impastato sono favorevole e sottolineo che è sempre una proposta che verrà esaminata dal consiglio comunale di Favara e per tale ragione non c’è nessuna sicurezza che tale cambio toponomastico avvenga, anche se noi speriamo che ciò accada.

I fratelli Cairoli, molti dei quali morti in battaglie o per ferite riportate in battaglie, sono vissuti nella seconda metà dell’800, non erano per nulla siciliani e i più famosi, cioè Benedetto ed Enrico Cairoli, parteciparono alla spedizione dei Mille il cui fine della stessa era “liberare” la Sicilia da un Re per consegnarla ad un altro Re. 

Non voglio di certo togliere l’onore ai fratelli Cairoli né tantomeno voglio sminuire Enrico Cairoli che fece carriera e divenne presidente della Camera prima e Presidente del Consiglio dopo, ma voglio sottolineare che Peppino Impastato è stato eroico alla stregua di tutti quegli eroi del risorgimento italiano, ai quali abbiamo negli anni profuso intitolazioni di piazze, vie e viuzze.

Penso che, da siciliano cosciente di ciò che i siciliani hanno patito nel processo di unificazione (annessione al Regno Sabaudo), dovrei cercare di valorizzare meno “gli eroi di ieri” e per di più pavesi, e cercare di valorizzare gli eroi come Peppino Impastato, attuale ed eroico, ma soprattutto siciliano!

Penso che i ragazzi che hanno avuto questa idea e hanno formulato questa proposta, vadano supportati perché sono sicuro che a Pavia, città natale dei Cairoli, esiste pure un corso intitolato ai fratelli Cairoli ma allo stesso tempo sono sicuro che non troverò molte vie per l’Italia, specialmente al nord, intitolate al nostro conterraneo Peppino Impastato!

Il mio commento è molto “sicilianista” e perciò è di parte! Ma cosa posso farci, io amo troppo la Sicilia e i siciliani!”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifestazione per la legalità: "Io sto con Peppino... da Cinisi a Favara"

AgrigentoNotizie è in caricamento