Evade dai domiciliari e fugge in Belgio, 24enne catturato dall'Interpol

Il giovane è scappato il giorno prima di un'udienza e lontano dal suo paese aveva iniziato a lavorare facendo il tassista, intenzionato a farsi un nuova vita

Foto d'archivio

Mentre sul suo capo pendeva un mandato di cattura internazionale, lui faceva il tassista in Belgio. È la storia di un 24enne originario di Santa Elisabetta, L. A. le sue iniziali, catturato oggi pomeriggio dagli agenti dell'Interpol in Belgio, che hanno lo hanno estradato consegnandolo alla polizia di frontiera a Fiumicino.

Il giovanissimo sabettese era stato sottoposto ai domiciliari appena un anno fa, quando era stato scoperto con delle piantine di hashish da lui coltivate all'interno della propria abitazione, nel giugno del 2016. Il giorno prima dell'udienza però, il 24enne aveva deciso di darsi alla fuga, scappando con un autobus in Belgio, dove aveva iniziato a lavorare facendo il tassista, intenzionato a farsi un nuova vita fuori dai confini italiani.

La sua fuga però è durata poco: grazie alle indagini condotte dai carabinieri di Santa Elisabetta, in collaborazione con le forze dell'ordine belga, L. A. è stato catturato per essere estradato in Italia, dove è arrivato nel pomeriggio, concludendo così la sua latitanza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento