Niente assistenza notturna per l'emodialisi, lanciato un appello all'Asp

Il deputato Carmelo Pullara: "Occorre intervenire con prontezza per risolvere il problema che potrebbe causare gravissime conseguenze ai pazienti"

(foto ARCHIVIO)

Verrà sospeso, nelle ore notturne, il servizio di assistenza emodialisi di Ribera. A lanciare un appello all'Asp, per evitare gravi conseguenze per i pazienti, è il deputato Carmelo Pullara. "Mi giunge notizia che dal 7 gennaio, a Ribera, verrà meno la pronta disponibilità notturna per tutti i pazienti emodializzati in cura presso la struttura 'Diaverum', convenzionata con l’Asp di Agrigento - scrive Pullara - . Nutro grande preoccupazione per tutti i pazienti con problemi emodialitici che non avranno più copertura la notte. L’allarme che lancio è dovuto al fatto che a Ribera non vi è, all’interno del presidio ospedaliero, un’unità operativa di emodialisi che possa garantire un servizio sanitario alternativo alla struttura che, dal sette gennaio, garantirà l’assistenza ai propri pazienti solo nelle ore diurne. Chiedo, pertanto, al nuovo commissario generale dell’Asp di Agrigento, Giorgio Santonocito, al direttore sanitario e al direttore del Distretto afferente, di intervenire con prontezza per risolvere la problematica. Un problema che potrebbe causare gravissime conseguenze ai pazienti emodializzati che vivono già una difficile e delicatissima quotidianità, che va tutelata soprattutto nelle ore notturne".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Il Coronavirus fa paura: Licata +26 contagiati, altri 30 positivi a Ravanusa, 10 a Favara, 9 a Montevago e 7 a Sambuca

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento