rotate-mobile
Cronaca Favara

Maxi giro di spaccio sull'asse Favara-Canicattì, stralciata la posizione di due imputati

La procura non ha fatto notificare l'avviso di conclusione delle indagini, la difesa solleva altre questioni preliminari

Per due degli imputati dell'udienza preliminare, scaturita dall'inchiesta antidroga "Casuzze", che ha disarticolato un giro di spaccio che sarebbe stato messo in piedi fra Favara e Canicattì, l'avviso di conclusione delle indagini non è stato regolare.

Il gup Francesco Provenzano ha, quindi, disposto lo stralcio. La richiesta di rinvio a giudizio è stata proposta nei confronti di: Michele Bongiorno, 30 anni; Alisea D’Ippolito, 20 anni; Vanessa Fallea, 29 anni; Gabriele Gramaglia, 25 anni; Alexsandru Adonis Hoamea, 29 anni; Giovanni Lombardo, 27 anni; Bah Ousmane, 21 anni; Carmelo Papia, 34 anni; Floriana Pia Pullara, 21 anni; Cristina Schembri, 24 anni; Antonio Sciortino, 45 anni; Calogero Sorce, 28 anni; Angelo Stagno, 28 anni e Domenico Stagno, 21 anni. Sono 70 gli episodi di cessione di droga contestati.

L'omessa notifica all'avvocato Salvatore Cusumano, difensore di Aliseo e Domenico Stagno, ha comportato lo stralcio delle posizioni. Per le altre sono state discusse alcune questioni preliminari e l'udienza è stata aggiornata al 10 giugno. 

Quattro donne sono state ritenute organiche alla presunta banda che operava prevalentemente su Favara, spacciando nei pressi di luoghi ritenuti "sensibili" come una caserma. Lo smercio, in prevalenza, riguardava l'hashish ma non solo: l'indagine ha consentito di accertare numerosi episodi di spaccio di marijuana e cocaina.

L'approvvigionamento, sostiene l'accusa, avveniva nella stessa Favara e a Canicattì. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi giro di spaccio sull'asse Favara-Canicattì, stralciata la posizione di due imputati

AgrigentoNotizie è in caricamento