Si ferma l'acquedotto Fanaco, mezza provincia a secco: disagi in vista

Sono diversi i comuni che rimarranno senza acqua. Una situazione che è pronta a creare non pochi problemi

Si ferma l'acquedotto Fanaco. Un guasto, segnaglato da Siciliacque Spa, ha improvvisamento "stoppato" la condotta dell'acque. Per questo, i comuni rimasti a secco sono diversi. Tra questi oltre Canicattì; Campobello di Licata e Ravanusa a quella anche Ravanusa, Canicattì; Campobello di Licata, Casteltermini, Licata: Serbatoi “Sant’Angelo” (ad eccezione delle utenze sensibili dell’Ospedale e Fontanelle Pubbliche di Via Palma).Per lo stesso motivo risulta minore la fornitura idrica nei comuni alimentati dal partitore di Aragona:  Agrigento (Zona San Michele, Fontanelle, via Unità d’Italia, Serbatoio Madonna delle Rocche) Aragona, Comitini, Porto Empedocle (Zone Bellavista e Caliato);  Favara;Utenze voltano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: boom di contagiati (+110) e 9 vittime in 48 ore

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento