menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Depuratori e fognatura, è tutto fermo: Firetto scrive al commissario Rolle

Il sindaco: "Rinnoviamo l’invito a definire, nel minor tempo possibile, le procedure per avviare, in tempi brevi, gli interventi e dotare, finalmente, la città di sistemi efficiente e conformi alle leggi”

“Non ci sono notizie certe sull’avvio dei lavori”. E’ utilizzando anche queste parole – per chiedere “l’adeguamento impiantistico, nel minor tempo possibile” – che il sindaco di Agrigento: Lillo Firetto, nelle scorse ore, ha scritto una accorata lettera al commissario straordinario unico per la depurazione: Enrico Rolle. I sistemi di collettamento, di fognatura e di depurazione, ad Agrigento ma non soltanto, non fanno dormire sonni tranquilli ormai da anni ed anni. Si parla, da tempo ormai, della costruzione del grande depuratore della fascia costiera di Timpa dei Palombi ad Agrigento, del collegamento di questo con le aree rivierasche - in cui verranno completate e realizzate le fognature - e con Favara. Ma tutto è fermo. Nonostante fosse stato annunciato che alle gare d’appalto si sarebbe potuto metter mano in autunno, tutto appare fermo.

“Agrigento attende da anni la realizzazione di alcuni interventi di vitale importanza per la piena funzionalità del sistema di depurazione, volti a garantire l’adeguamento, nel minor tempo possibile, alle sentenze di condanna della Corte di giustizia dell’Unione Europea in materia di colletta mento, fognatura e depurazione delle acque reflue – ha scritto Firetto al commissario straordinario unico Enrico Rolle - . Per tali interventi, nonostante i commissariamenti succedutisi, non si hanno ad oggi ancora notizie certe sull’avvio dei lavori. Questa amministrazione – ha proseguito Firetto – ha più volte rappresentato, ai soggetti a vario titolo competenti, il disagio subito dalla città a causa della mancanza di un sistema di depurazione efficiente, chiedendo anche la definizione di ogni questione propedeutica o problematica ostativa al celere avvio dei cantieri. Ad oggi, si rileva che per gli interventi riguardanti Agrigento, oggetto di un avviso di preinformazione con data prevista per la pubblicazione del bando di gara indicata nell’aprile scorso, non risulta – chiarisce il sindaco della città dei Templi – alcun avanzamento nelle procedura”.

Motivo per il quale il capo dell’amministrazione di Agrigento ha formalmente, con la lettera inviata, sollecitato l’ente competente. E lo ha fatto parlando di “interventi urgenti, sia per il superamento della procedura di infrazione, sia per l’interesse imprescindibile del rispetto dell’ambiente e della salute pubblica – ha chiarito il sindaco Lillo Firetto - . Rinnoviamo l’invito a definire, nel minor tempo possibile, le procedure per avviare, in tempi brevi, gli interventi e dotare, finalmente, la città di un sistema di fognatura e depurazione efficiente e conforme alle leggi”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento