Da tutta Europa a Santa Elisabetta per discutere di "Democrazia elettronica"

Protagonisti venti giovani, per lo più provenienti dall'Europa dell'est

Da tutta Europa a Santa Elisabetta per discutere di "Democrazia elettronica"-5
Sono arrivati da pochi giorni a Santa Elisabetta, e vi rimarranno fino al primo dicembre, 20 giovani partecipanti ad un progetto della Ue, avente come tema la Democrazia diretta, partecipativa ed elettronica e come le nuove tecnologie influiscono sui processi delle politiche pubbliche. I giovani provengono dalla Romania, Croazia, Bulgaria, Lituania, Turchia, Estonia, Francia e Russia. A coordinare il progetto saranno Massimo Caltavuturo, Serena Landi e Rosanna Iacono.

Tra le tante attività programmate, prevista anche una videoconferenza con  Marocco, Tunisia, Libano ed Egitto che risulterà di strettissima attualità visti gli avvenimenti di piazza Tahrir al Cairo. I giovani sono stati accolti e ricevuti dal sindaco Militello e dal presidente del consiglio Milioto e svolgeranno le loro sessioni di lavoro, all’interno della sala consiliare del Comune.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento