menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, in Sicilia 783 nuovi contagi (4 nell'Agrigentino): sempre più persone in ospedale

Pochi i tamponi fatti, poco più di 11 mila: il tasso di positività è del 6,6%. Sono 13 i decessi nelle ultime 24 ore, i ricoveri ordinari diventano 1.082, mentre le terapie intensive 160. Anche oggi pochi guariti, appena 23

Occhi puntati su Palermo, dichiarata zona rossa a partire dalla mezzanotte di oggi dopo che si è sforata la soglia dei 250 contagi su 100 mila abitanti. Secondo il bollettino di oggi diramato dal ministero della Salute i nuovi casi nella provincia sono 352. Mentre sono 783 i nuovi contagi nell'intera Sicilia, ma con appena 11.769 tamponi processati dato il giorno festivo (anche se è la quarta regione per numero di test effettuati). Il tasso di positività è dunque del 6,6%.

Se i decessi sono in calo, 13 quelli delle ultime 24 ore, si fa sempre più critica la situazione negli ospedali. I ricoverati in regime ordinario sono 1.082 (+57 rispetto a ieri), mentre le terapia intensive occupate arrivano a 160 (+2) con 6 nuovi ingressi. Gli attuali positivi schizzano a 24.452 (+747), perchè anche oggi i guariti sono pochissimi: appena 23. 

Il report dei contagi nelle altre province: Catania 197, Messina 124, Siracusa 3, Trapani 3, Ragusa 46, Caltanissetta 43, Agrigento 4, Enna 11.

Oltre a disporre la zona rossa per Palermo, il presidente della Regione Nello Musumeci, ha prorogato fino al 14 aprile (incluso) le massime misure restrittive a Caltanissetta, Caltavuturo in provincia di Palermo, Palma di Montechiaro nell'Agrigentino e Scicli, in provincia di Ragusa.

Firmata l'ordinanza: Palermo zona rossa da domani

L'anomalia dopo l'inchiesta: in Sicilia non si guarisce più

Vaccini obbligatori per i sanitari, entro oggi la comunicazione alla Regione

Scade oggi (martedì 6 aprile) il termine entro il quale gli “esercenti le professioni sanitarie” e gli “operatori di interesse sanitario” dovranno comunicare gli elenchi dei propri iscritti o dipendenti per verificare l'avvenuta vaccinazione contro il Covid. L'obbligo discende dal decreto legge dello scorso primo aprile (articolo 4) e per la Regione Siciliana la segnalazione va inviata per posta elettronica alla mail vaccini.professionisanitarie@regione.sicilia.it
Lo ricorda, in una nota, l'assessorato regionale per la Salute.
A dover provvedere ciascun Ordine professionale territoriale e i datori di lavoro di coloro che svolgono la loro attività nelle strutture sanitarie, sociosanitarie, socio-assistenziali, pubbliche o private, nelle farmacie, parafarmacie e negli studi professionali.

La situazione nel resto d'Italia

Il nuovo bollettino coronavirus del Ministero della Salute di oggi martedì 6 aprile 2021 registra 421 vittime in un giorno (ieri 296. 221 i nuovi ingressi in terapia intensiva. Mentre sono 7.767 i nuovi casi Covid su appena 112.962 tamponi. Si segnala un esiguo numero di vaccinazioni nel weekend di Pasqua: a dispetto della corsa al vaccino sono state somministrate 92 mila dosi domenica e 160 mila lunedì, contro le 211 mila di sabato e le 250 mila del venerdì.

Coronavirus, il bollettino di oggi martedì 6 aprile

  • Nuovi casi: 7.767
  • Casi testati: 31.142
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): 112.962
  • molecolari: 70614 di cui 7306 positivi pari al 10.34%
  • rapidi: 42348 di cui 457 positivi pari al 0.01%
  • Attualmente positivi: 555.705
  • Ricoverati: 29.337, +552 (ieri 28.785)
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 3.743, +6, 221 nuovi (ieri  3.737, 192 nuovi ingressi)
  • Totale casi positivi dall'inizio della pandemia: 3.686.707
  • Deceduti dopo Covid test positivo: 111.747
  • Totale Dimessi/Guariti: 3.019.255 (2.997.522)
  • Vaccinati: 3.481.428 (11.252.066 dosi somministrate) 

Si tratta del 79.6% delle 8.709.480 dosi consegnate da Pfizer e delle 1.328.200 consegnate da Moderna al 30 marzo. La campagna vaccinale dedicata agli over 80 non in Rsa ha coinvolto oltre 3.854.792 i "nonni" che hanno avuto almeno una dose del vaccino Pfizer/Moderna. Con i 4.098.800 vaccini AstraZeneca destinati alla fase 3 sono stati coinvolti 234mila uomini delle forze armate e 1 milione docenti e non docenti del personale scolastico. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. Ieri somministrate 160mila dosi (di cui 35mila seconde dosi) rispetto alle 300mila auspicate dal piano vaccinale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento