Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Covid, Sicilia a grandi passi verso la zona gialla: altri 1.229 nuovi casi (150 in provincia) e 30 ricoveri in 24 ore

L'Isola è sempre la prima regione per incremento di contagi, ma anche per numero di pazienti in ospedale. Torna a salire il numero dei test processati e questo porta a un calo dell'incidenza, che scende al 4,5%. Gli attuali positivi sono quasi ventimila

La Sicilia infrange ancora una volta la soglia dei mille nuovi casi di Coronavirus accertati in 24 ore ed è sempre la regione con l'incremento maggiore. I nuovi contagi riportati dal ministero della Salute nel consueto bollettino che certifica l'andamento della pandemia sono 1.229. I tamponi processati sono stati 26.865, in netto aumento rispetto ai giorni scorsi, ciò significa che la positività è scesa al 4,5%. Però i numeri che arrivano dagli ospedali non sono confortanti con 30 nuovi ricoveri.

I ricoverati nei reparti ordinari con sntomi Covid sono 607 (ieri 583), in terapia intensiva invece sono 77 (ieri 71) con ben 9 nuovi ingressi. Complessivamente quindi negli ospedali dell'Isola ci sono 684 (trenta in più di ieri) pazienti alle prese con il virus. La Sicilia è la regione con il maggior numero di ricoveri al momento. Superate le soglie che portano all'ingresso in zona gialla: sia il limite del 10% di occupazione delle terapia intensive e il 15% per i reparti ordinari.

Aumenta anche il numero dei cittadini in isolamento domiciliare:19.265 (ieri 18.079). Il totale degli attuali positivi è quindi di 19.949 (ieri 18.733). Solamente tredici pazienti sono stati dichiarati guariti e il totale dall'inizio della pandemia è di 231.484. Fortunatamente non ci sono stati decessi e quindi il conteggio complessivo resta fermo a 6.148
 
La divisione dei nuovi casi per provincia. Palermo è quella con i numeri peggiori: 324 contagi. Catania 129; Messina 225; Siracusa 65;  Ragusa 72; Trapani 89; Caltanissetta 82; Agrigento 150; Enna 93.

Musumeci infuriato con i siciliani

"Abbiamo registrato una crescita negli ultimi mesi dovuta essenzialmente da un lato alla diffusione della variante Delta e dall'altro al venire meno del sentimento di paura che aveva caratterizzato la prima fase della pandemia". Lo dice il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, intervistato dal Corriere della Sera, in merito al boom di contagi sull'Isola. "C'è chi rispetta le regole e chi invece ritiene di potere partecipare a un matrimonio con 300 invitati senza che uno solo abbia una mascherina", ancora il governatore secondo cui la possibile zona gialla in Sicilia sarebbe "l'effetto di un comportamento". (L'articolo completo)

La situazione in Italia (fonte Today.it)

ll nuovo bollettino Coronavirus del ministero della Salute di oggi registra 54 morti e 5273 nuovi casi su 238.073 test. In ospedale risultano ricoverate 138 persone in più in area medica, invece  sono 423 i pazienti covid che necessitano della terapia intensiva (+19 rispetto a ieri) e ben 49 nuovi ingressi. 

  • Nuovi casi: 5273 , ieri 3.674 
  • Tamponi (diagnostici e di controllo): 238.073 , ieri 74.021
  • Attualmente positivi: 129.116, ieri 128.696
  • Ricoverati: 3.472, 138 in più rispetto a ieri
  • Ricoverati in Terapia Intensiva: 423, +18 rispetto a ieri, 49 nuovi ingressi
  • Deceduti dopo un tampone positivo: 128.510, ieri 128.456 (+24)
  • Vaccinati: 35.677.295 persone pari al 66% della popolazione con più di 12 anni. Ieri somministrate 228mila dosi, di cui 117mila prime somministrazioni. La campagna vaccinale ha coinvolto ad oggi 17 agosto 2021: il 91% degli over 80, il 86% dei settantenni, e il 80% dei sessantenni, il 72% dei cinquantenni, il 61% dei quarantenni, il 52% dei trentenni e il 50% dei ventenni e il 25% degli adolescenti completamente vaccinati con una doppia dose o con una dose unica di JJ. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini.  

 GALLERY

  • 17 ag-2
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, Sicilia a grandi passi verso la zona gialla: altri 1.229 nuovi casi (150 in provincia) e 30 ricoveri in 24 ore

AgrigentoNotizie è in caricamento