menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

Coronavirus, in Sicilia 1.122 nuovi casi (63 in provincia): tasso di positività in calo ma più ricoveri

I dati del ministero della Salute. Con 7.497 tamponi eseguiti, il tasso scende al 14,9%. Aumentano però i posti letto occupati nei nosocomi (1.249 in totale). Il numero dei positivi in isolamento domiciliare arriva a 33.098. Si devono registrare altre 28 vittime, ma anche 615 nuovi guariti

Il nuovo anno si apre con oltre mille casi di Coronavirus scoperti in Sicilia nelle ultime 24 ore. I nuovi contagiati, secondo quanto riportato nel bollettino del ministero della Salute, sono 1.122 a fronte di 7.497 tamponi eseguiti e un tasso di positività al 14,9 %. Ieri - con 1.299 casi e 7.308 test, il tasso di positività era al 17,7%. 

I ricoverati con sintomi salgono a 1.073 (4 in più di ieri) e nei reparti di Terapia intensiva ci sono cinque posti letto occupati in più di ieri, per un totale di 176. Undici i nuovi ingressi (due in meno di ieri). Le persone in ospedale sono complessivamente 1.249 mentre il numero dei positivi in isolamento domiciliare supera quota 33mila (33.098 per la precisione). Gli attuali positivi salgono quindi a 34.347. Si devono registrare altre 28 vittime, che porta il totale da inizio pandemia a 2.440. I 615 nuovi guariti invece portano il totale a 57.979. 

1 gennaio 2021 coronavirus bollettino min salute-2

Questa la divisione dei nuovi casi per provincia: Catania 319; Palermo 223; Messina 171; Ragusa 54; Trapani 129; Siracusa 107; Caltanissetta 55; Agrigento 63. Uno solo a Enna. 

I vaccini

Prosegue in tutta Italia la campagna vaccinale anti Covid. Sono state 32.969 le persone alle quali è già stato somministrato il farmaco lungo tutto lo Stivale. In Sicilia sono state iniettate 1.631 dosi su 46.510 consegnate (il 3,5%). L'Isola è la seconda regione per numero di consegne e si colloca a metà "classifica" per percentuale di somministrazione. Il quadro emerge dal report del ministero della Salute. (L'articolo completo)

Il monito di Mattarella

La pandemia al centro del tradizionale discorso di fine anno del Capo dello Stato, Sergio Mattarella: "Mai un vaccino è stato realizzato in così poco tempo. Mai l’Unione Europea si è assunta un compito così rilevante per i propri cittadini. Per il vaccino si è formata, anche con il contributo dei ricercatori italiani, un’alleanza mondiale della scienza e della ricerca, sorretta da un imponente sostegno politico e finanziario che ne ha moltiplicato la velocità di individuazione. La scienza ci offre l’arma più forte, prevalendo su ignoranza e pregiudizi. Ora a tutti e ovunque, senza distinzioni, dovrà essere consentito di vaccinarsi gratuitamente: perché è giusto e perché necessario per la sicurezza comune". Per Mattarella "Vaccinarsi è una scelta di responsabilità, un dovere. Tanto più per chi opera a contatto con i malati e le persone più fragili. Di fronte a una malattia così fortemente contagiosa, che provoca tante morti, è necessario tutelare la propria salute ed è doveroso proteggere quella degli altri, familiari, amici, colleghi. Io mi vaccinerò appena possibile, dopo le categorie che, essendo a rischio maggiore, debbono avere la precedenza. Il vaccino e le iniziative dell’Unione Europea sono due vettori decisivi della nostra rinascita L’Unione Europea è stata capace di compiere un balzo in avanti. Ha prevalso l’Europa dei valori comuni e dei cittadini. Non era scontato". 

Coronavirus, il bollettino di oggi in Italia

L'Italia inizia il 2021 in zona rossa, 22.211 nuovi contagi e 462 morti. Sono stati eseguiti 157.524 tamponi. Il tasso di positività al 14,1%.  Il Paese resterà in zona rossa fino al prossimo 6 gennaio, con la sola esclusione del 4 gennaio, giornata in cui sarà in zona arancione.

I casi regione per regione

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento