rotate-mobile
Cronaca

Maltempo, parte la conta dei danni: campagne allagate, tetti scoperchiati e alberi su auto

Il sindaco di Cianciana, Francesco Martorana, ha chiesto al presidente della Regione, Nello Musumeci, di dichiarare lo stato di calamità per i danni subiti dalle strade a servizio delle zone agricole e per le aziende zootecniche

Campagne devastate dalla violenta pioggia e dalla grandine, tanto che ieri il sindaco di Cianciana, Francesco Martorana, ha chiesto – al presidente della Regione Nello Musumeci – di dichiarare lo stato di calamità per i danni subiti dalla rete stradale che serve le zone agricole e per le aziende zootecniche. Stessa scelta che verrà fatta anche ad Alessandria della Rocca e nei paesi del circondario dove le coltivazioni – gli uliveti in particolar modo – sono stati letteralmente messi in ginocchio.

Ieri, nonostante piogge e temporali andassero avanti – anche se con meno intensità – è stato il momento dell’avvio della conta dei danni provocati dall’ondata di maltempo. I vigili del fuoco del comando provinciale hanno fatto avanti e indietro da tutti quei Comuni dove, per cortocircuiti, allagamenti e alberi caduti al suolo, è stato richiesto il loro determinante intervento.

 A Casteltermini, le fortissime raffiche di vento, hanno scoperchiato il tetto di isopan di un’abitazione lungo la strada provinciale 21; mentre in via Canetta un arbusto s’è spezzato ed è finito – schiacciandola – su una Fiat Cinquecento che, per fortuna, era posteggiata e vuota. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltempo, parte la conta dei danni: campagne allagate, tetti scoperchiati e alberi su auto

AgrigentoNotizie è in caricamento