rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Cronaca

Caso Suv, la Corte dei Conti è già intervenuta: chiesti a due funzionari oltre 120mila euro

L'ente di giustizia contabile ha inviato nei giorni scorsi dei provvedimenti di ingiunzione a versare le somme spese per l'acquisto dei mezzi

Caso Suv al Comune di Agrigento, dopo l'annuncio da parte del Ministero della Famiglia della revoca del provvedimento di finanziamento destinato ai centri per famiglie e usato appunto per comprare alcune auto e dei pc, adesso a Palazzo dei Giganti arrivano le prime procedure di richiesta formale degli importi versati.

Se il Municipio, nelle scorse settimane, ha già inoltrato al Dipartimento preposto una nota in autotutela con la quale si chiede appunto di non revocare gli importi, ritenendo corrette le procedure seguite, è la Corte dei conti ad aver fatto un atteso (e molto deciso) passo avanti, chiedendo ai dipendenti comunali che si sono occupati degli aspetti burocratici di questa vicenda la restituzione di circa 60mila euro a testa.

Una richiesta "anomala", sia per la celerità con cui è stata predisposta sia per il fatto che la richiesta di restituzione delle somme sia arrivata direttamente ai dipendenti e non all'Ente. 

La vicenda non potrà che approdare dinnanzi alla giustizia amministrativa con ricorsi di parte contro le decisioni del Ministero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Suv, la Corte dei Conti è già intervenuta: chiesti a due funzionari oltre 120mila euro

AgrigentoNotizie è in caricamento