rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Cronaca

Cicloturismo, D'Orsi e Biondi scrivono ai sindaci dalla provincia

I due amministratori chiedono di conoscere eventuali progetti da realizzare

Il presidente della Provincia Eugenio D’Orsi e l’assessore al Turismo Angelo Biondi, in seguito all’avvio del progetto "Sibit-Sustainable interregional bike tourism" in partenariato con le altre quattro Province a sud della Sicilia, Trapani, Caltanissetta, Ragusa e Siracusa e l’isola di Malta, finanziato nell’ambito del Po Italia-Malta 2007/2013, scrivono ai sindaci della provincia per conoscere eventuali progetti finanziati o in corso di finanziamento da realizzare sul tema cicloturistico.

Nella nota si chiede ai sindaci se nei loro comuni vi sono percorsi cicloturistici individuati o testati, oppure, più semplicemente, l’indicazione di itinerari e percorsi su cui associazioni locali-amatoriali ed enti diversi lavorano per caratterizzare pezzi di territorio di pregio ambientale diversamente sconosciuti ed eventi di cicloturismo amatoriale da realizzare o consolidati nel tempo con le date di realizzazione e i contenuti degli eventi.

"L’obiettivo generale di Sibit - afferma Biondi - è quello di promuovere il cicloturismo come forma sostenibile del territorio, favorendo un’integrazione tra i due sistemi turistici siciliano e maltese, tramite la creazione di circuiti transfrontalieri che rimangano stabili nel tempo e diventino una nuova fonte di ricchezza con progressivi aggiornamenti  e iniziative correlate nel corso degli anni. Il Cicloturismo costituisce una risorsa economica di rilievo, ancora quasi del tutto inesplorata per i nostri territori".
   

"Per questo - si legge nella nota - la Provincia, oltre Sibit, vuole cogliere l’occasione per sviluppare assieme ai sindaci, principali protagonisti dello sviluppo del territorio, una strategia che analizzi con attenzione un aspetto dell’ offerta  turistico-ricettiva per molti versi innovativa e da sperimentare. L’idea che andrebbe perseguita sarebbe quella di costruire una rete di piste ciclabili tra loro collegate con percorsi turistici, paesaggistici e culturali in grado di incrociare e unire le nostre diverse realtà e rendere il nostro territorio più appetibile ai visitatori".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cicloturismo, D'Orsi e Biondi scrivono ai sindaci dalla provincia

AgrigentoNotizie è in caricamento