Futuro della statale Agrigento - Palermo, Cgil in campo

Il segretario provinciale Raso e quello della Fillea Baglio saranno a fine gennaio parteciperanno ad una riunione il 25 gennaio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Cgil e Fillea Agrigento condividono l’appello del presidente Smap Giovanni Panepinto a tutela degli interessi economici dei cittadini del territorio dell’Area Magazzolo Platani e parteciperanno all’ incontro il prossimo 25 gennaio 2019 alle ore 17 nell’aula consiliare del Comune di Lercara Friddi, per stilare un appello all’Anas e al Governo Nazionale e Regionale per restituire alla normalità il transito sulla Palermo
Agrigento e ripristinare i diritti dei cittadini dei comuni interessati.
“Noi ci auguriamo, ovviamente, - scrivono Raso e Baglio – che i problemi in capo all’Impresa che ha in appalto i lavori, ovvero la Cmc,  ammessa al concordato preventivo, si possano risolvere in fretta, ma nessuno può immaginare di lasciare, in ogni caso, tutto così e lasciare (chissà per quanto tempo!) nella disperazione un intero territorio. Occorre completare i lavori, avere certezze sui tempi ed evitare le condizioni di
disagio estremo in cui sono stati tenuti operatori economici e utenti. Occorre, altresì, lavorare – concludono Raso e Baglio - affinché possano iniziare i lavori sul versante agrigentino, facendo tesoro degli errori compiuti e per assicurare, alla fine degli stessi, un collegamento degno di questo nome tra Agrigento ed il capoluogo e garantendo a tutta l’economia di questa parte di provincia di avere tempi accettabili di percorrenza”.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento