Cronaca

Recisi i tiranti di un vigneto, danni per 3 mila euro ad un agricoltore

Sul danneggiamento, che sembra avere le caratteristiche dell'avvertimento, hanno avviato le indagini i carabinieri

(foto ARCHIVIO)

Recisi i tiranti di un vigneto, in contrada Cazzola. Ben 450 viti di uva da tavola sono state, di fatto, abbattute al suolo. Nessuna ombra di dubbio, non questa volta, sul fatto che nelle campagne di Canicattì è stato messo a segno un vero e proprio avvertimento. A denunciare il danneggiamento – che provocato danni per quasi 3 mila euro – è stato l’agricoltore quarantasettenne, proprietario del vigneto. L’uomo, per segnalare quanto era accaduto sulla sua proprietà, s’è rivolto ai carabinieri ed ha, appunto, denunciato l’accaduto. Un episodio che ha provocato danni pesantissimi e che, purtroppo, non è coperto da polizza assicurativa.

I carabinieri di Canicattì, dopo aver raccolto la denuncia di danneggiamento a carico di ignoti, hanno avviato le indagini per provare a fare chiarezza sull’accaduto, individuando i responsabili. Gli ignoti malviventi, pare, stando a quanto è stato appreso, che abbiano agito durante le ore notturne.

Nessuno, dunque, avrebbe viso, né sentito nulla di particolare o sospetto. Non è escluso che ad agire possa anche essere stata una sola persona, ma spetterà naturalmente all’inchiesta – avviata, appunto, dai militari dell’Arma di Canicattì – mettere dei punti fermi. Non trapelano indiscrezioni al riguardo e non si sa se il proprietario del vigneto abbia o meno avanzato possibili sospetti. Non è la prima volta che, in territorio di Canicattì: patria dell’uva Italia, si registrano dei danneggiamenti di vigneti. Anche negli anni passati, appunto, specie in tempo di raccolta, ve ne sono stati, provocando danni ingenti ai coltivatori. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recisi i tiranti di un vigneto, danni per 3 mila euro ad un agricoltore

AgrigentoNotizie è in caricamento