rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Canicattì

Assembramento davanti a un centro di formazione: sanzionato responsabile dell'ente

La polizia ha accertato che decine di persone sostavano in piedi, sia all’interno del cortile che sul marciapiede, in attesa di svolgere esami per ottenere delle qualifiche professionali

Assembramento davanti ad un centro di formazione, dove si stavano svolgendo esami per ottenere delle qualifiche professionali, di Canicattì. E' dovuta intervenire la polizia per ripristinare le regole anti-Covid. Agenti del commissariato cittadino - che è coordinato dal commissario capo Francesco Sammartino - che hanno, dopo aver disperso la folla, sanzionato il responsabile legale dell'ente.

I poliziotti si sono mossi dopo che alla sala operativa è arrivata una segnalazione. Recatisi sul posto, hanno accerto che - fra il cortile interno dell’ente e il marciapiede adiacente - in attesa di svolgere esami per ottenere qualifiche professionali varie c'erano decine e decine di persone. Non c'era inoltre nessun addetto alla vigilanza e quindi - è stato ufficialmente ricostruito dalla Questura - non veniva effettuato un adeguato filtraggio degli allievi nella struttura e neanche venivano attuate le più elementari misure di prevenzione del contagio: misurazione della temperatura corporea e sanificazione delle mani. Gli uomini del commissariato, dato l’elevato numero di presenti e il continuo andirivieni delle persone hanno disperso l'assembramento. Sanzionato il responsabile legale dell'ente per non aver fatto rispettare i protocolli previsti dalla normativa. 

Sebbene, formalmente autorizzato dall’assessorato Istruzione e Formazione a svolgere esami in presenza, l’ente non era riuscito - conclude la ricostruzione ufficiale della Questura - adeguatamente ad organizzare una corretta pianificazione degli esaminandi (disposta a scaglioni) per evitare appunto l’affollamento.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assembramento davanti a un centro di formazione: sanzionato responsabile dell'ente

AgrigentoNotizie è in caricamento