menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fiaccolata dei lavoratori della Calcestruzzi Belice

Fiaccolata dei lavoratori della Calcestruzzi Belice

Calcestruzzi Belice, la Cgil vola a Roma per incontrare il prefetto Postiglione

Il sindacato è stato presente a Trapani, con i lavoratori di Montevago, alla manifestazione per ricordare il prefetto Fulvio Sodano a tre anni dalla sua scomparsa

La Cgil Agrigento è stata presenta a Trapani, con i lavoratori della “Calcestruzzi Belice” di Montevago, alla manifestazione per ricordare il prefetto Fulvio Sodano a tre anni dalla sua scomparsa e che ha visto, tra gli altri, la presenza di Graziano Gorla e di don Luigi Ciotti.

Nel corso della manifestazione organizzata da Cgil, Fillea e Librea di Trapani, insieme con la “Calcestruzzi Ericina”, è stata rilanciata l'idea del progetto “Calcestruzzo della Legalità”. 

"Nella testimonianza di Luigi Castiglione, impiegato della Calcestruzzi Belice, - fanno sapere il segretario della Cgil Agrigento, Massimo Raso e il segretario provinciale Fillea, Vito Baglio - abbiamo ripercorso l’incredibile vicenda che ha portato al fallimento dell’azienda di Montevago insieme alla volontà di non mollare, di continuare il nostro impegno per arrivare alla gestione diretta dell’azienda confiscata".

"Dopo l’incontro con il viceministro Bubbico - proseguono i sindacalisti - ci attendiamo che lo stesso dia seguito alle iniziative che, in quella sede, ha annunciato: devono emergere in tutta la loro gravità sia il comportamento dell’Eni che quello del Tribunale di Sciacca e dev’essere ristabilita la giustizia. Così come dev’essere fatta piena luce su questi anni di gestione dal sequestro in poi fino ai licenziamenti che ci attendiamo vengano, al più presto, revocati".

"Il prossimo 6 marzo - fanno sapere ancora - saremo di nuovo a Roma per un incontro con il direttore prefetto Postiglione cui  cercheremo di offrire gli elementi di valutazione sulla partita dei licenziamenti e a cui sottoporremo anche un elenco di questioni urgenti che, in questo vuoto di potere che si è venuto a determinare, rischiano di non essere affrontate da nessuno con grave rischio per la prosecuzione dell’attività".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Da Licata alla rotonda Giunone per "sbariari": sanzionato dipendente comunale

  • Cronaca

    Coronavirus, in Sicilia 1.120 nuovi casi (66 in provincia): 9 morti

  • Cronaca

    Restò incontinente dopo il parto, chiesti 158 mila euro di risarcimento

  • Cronaca

    La pandemia dilaga, serve garantire assistenza: 49 nuovi incarichi per Oss

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento