menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La provincia trasformata in un set: al via le riprese di "Re Minore"

Il film del regista Giuseppe Ferlito verrà girato fra Burgio, Sciacca, Caltabellotta, Villafranca Sicula e Ribera

Si comincia lunedì e si andrà avanti fino al 31 agosto. Il film "Re Minore" - del regista Giuseppe Ferlito di Burgio - verrà girato fra Burgio, Sciacca, Caltabellotta, Chiusa Sclafani, Villafranca Sicula e Ribera. Il regista ha attinto dall'Agrigentino per comporre - secondo quanto riporta il Giornale di Sicilia - il cast con Mimì, interpretato da Gabriele Ferrantelli di Burgio, e con tre saccensi: Corona (Vincenzo Catanzaro), padre Santino (Nicola Puleo) e Jaco (Santo D'Aleo). Poi c'è Dorella, interpretata da Emanuela Bonaccorso, che è di Burgio, come il sindaco, Vito Ferrantelli, che sindaco lo è stato anche nella realtà, fino allo scorso anno. Oltre 90 gli attori scelti e più di 100 le comparse.

La musica è il cuore pulsante della storia che coinvolge Mimí, musicista sperimentale tornato in Sicilia per rinnovare la sua arte. "Questo film - ha detto, al Giornale di Sicilia, il regista - esalta il mio amore per la Sicilia perché è proprio questo l'elemento fondamentale. Io sono nato a Burgio e poi sono andato via, ma qui c'è la sorgente di tutto. Sono orgoglioso di fare un film qui, tra i miei paesaggi, in una Sicilia metafora del mondo. Il film racconta la storia di musicisti, parla di avanguardia, di un nuovo slancio di questo protagonista, un ingegnere del suono, che arriva in Sicilia a cercare dei suoni, dei rumori. Cerca suoni nascosti che è poi la metafora di quello che voglio raccontare, una Sicilia piena di conflitti, di stati d'animo che si alterneranno". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento