Bufardeci: "I meridionali delusi dai partiti tradizionali si uniranno a noi"

All'Assemblea regionale il presidente del gruppo Forza del Sud si esprime in merito alla...

"La vera sorpresa elettorale nel Molise è rappresentata dal risultato di Grande Sud che con il 7,33 percento è stato importante per la riconferma del candidato del centrodestra". Lo afferma Titti Bufardeci, presidente del gruppo Forza del Sud all'Assemblea regionale siciliana.

"Che la Sicilia - dichiara il presidente di Fds - fosse stanca dei partiti tradizionali che da tempo fanno promesse che poi non mantengono e hanno relegato il Sud quale zavorra del sistema paese, è noto a noi di Forza del Sud, movimento territoriale che nasce con un impegno specifico a vantaggio della questione meridionale e dei problemi del mezzogiorno. Il Grande Sud - continua Bufardeci - oltre a frenare il potere della Lega Nord che in questo momento tiene il governo nazionale in ostaggio, nasce per portare avanti battaglie fondamentali per il sud con particolare attenzione al settore dell'agricoltura e della infrastrutturazione specialmente quella ferroviaria che vede in Italia un servizio efficace nel centro-nord e un servizio scandaloso per il sud. Sono sicuro - conclude Bufardeci - che tutti i meridionali stanchi e delusi dai partiti tradizionali, si uniranno a noi e tutti insieme ci impegneremo ognuno con le nostre potenzialità per iniziare un dialogo e un confronto finalizzato all'ottenimento dei diritti del Meridione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento