Cronaca

Le aziende creditrici della Girgenti Acque lanciano un appello: "Lo Stato non ci abbandoni"

Dono una ventina quelle che si sono rivolte a Cna: puntano a recuperare circa un milione di euro di fatture

“Il recupero dei crediti che le imprese, impegnate nel servizio idrico integrato nel territorio agrigentino, vantano sotto la gestione commissariale, non può restare un tema irrisolto”.

A lanciare un vero e proprio grido d'allarme sono i vertici provinciali della Cna di Agrigento per conto di una ventina delle aziende che attendono complessivamente un milione di euro dalla ormai fallita Girgenti Acque.

"Apprezziamo la disponibilità del prefetto Cocciufa, a cui va il nostro ringraziamento per la sensibilità mostrata. Ci ha accolti, ricevuti ed ascoltati ma la soluzione, è stata chiara, va individuata su altri tavoli istituzionali. E noi raccogliamo il suggerimento, pienamente consapevoli che la risposta ce la deve dare lo Stato, chiamato ad onorare gli impegni formalmente assunti da proprie articolazioni – affermano il presidente Francesco Di Natale e il segretario Claudio Spoto - e non può essere altrimenti. In caso contrario significa che il sistema democratico del nostro Paese è fortemente malato e non in grado di dare risposte e certezze e garantire i diritti alle comunità".

La Cna punta dritto al bersaglio: "Chiariamo subito che a reggere le fila di Girgenti Acque c’era un commissario prefettizio - dicono -. Lo Stato dunque non può e non deve lavarsene le mani, lasciando nel dramma le imprese, che rischiano il fallimento. Quello che salta agli occhi, in modo lampante ed inequivocabile, è come le proprie articolazioni camminino con le gambe divaricate, fermo restando che il rischio di cadere e precipitare nel burrone è delle aziende, colpevoli di essersi fidate delle Istituzioni".

La sigla di categoria ribadisce di voler continuare ad avere "fiducia nelle istituzioni" ma di essere comunque pronti al ricorso alle vie legali a tutela dei lavoratori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le aziende creditrici della Girgenti Acque lanciano un appello: "Lo Stato non ci abbandoni"

AgrigentoNotizie è in caricamento