rotate-mobile
Cronaca

Lampedusa: All'Ars si alla norma sugli aiuti all'investimento

Aggiunto un comma alla legge regionale numero 32 del 2000 in favore delle isole minori

L'Assemblea regionale siciliana ha approvato un emendamento del governo al disegno di legge su "Promozione della lingua dei segni", riguardante "l'emergenza Lampedusa".

Il testo prevede che all'articolo 60 "Aiuti all'investimento" della legge regionale numero 32 del 2000 è aggiunto il seguente comma: "Al fine di favorire il superamento della grave situazione di emergenza economico sociale, causata dall'eccezionale afflusso di migranti provenienti dai Paesi del Nord Africa, nelle Isole di Lampedusa e Linosa, il fondo di cui al presente articolo erogherà altresì agevolazioni in favore delle piccole e medie imprese, ivi comprese le microimprese, aventi sede legale o operativa, da almeno sei mesi antecedenti al 16 giugno 2011, presso il Comune di Lampedusa e Linosa".

"Con questa norma
- spiega l'assessore regionale Gianmaria Sparma, che ha coordinato l'ufficio della Giunta per l'emergenza Lampedusa - i regimi di aiuto alle imprese previsti dal fondo regionale per il commercio, sono estesi alle attività imprenditoriali delle isole Pelagie in grave crisi economica dal febbraio 2011 a causa dell'emergenza migranti. Voglio ringraziare, per la sensibilità mostrata, il presidente Lombardo, i colleghi Armao e Venturi, il presidente dell'Assemblea Cascio, i capigruppo e tutti i parlamentari regionali della deputazione di Agrigento".

Con successivo decreto dell'assessore regionale delle Attività produttive, si provvederà a definire i requisiti e le modalità per l'accesso a tali agevolazioni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lampedusa: All'Ars si alla norma sugli aiuti all'investimento

AgrigentoNotizie è in caricamento