"Spacciava mentre era ai domiciliari": arrestato un 33enne

La segnalazione al “112 Nue” è stata fatta da un uomo: è scattato il controllo dei poliziotti delle Volanti e della Guardia di finanza

Gianluca Infantino

Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. E' per questa ipotesi di reato che, ad Agrigento, la polizia di Stato e i militari della Guardia di finanza hanno arrestato Gianluca Infantino di 33 anni.

Sulla linea “112 Nue” è arrivata - ricostruisce la Questura - una segnalazione: l'interlocutore segnalava che il giovane, sebbene fosse sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, spacciava stupefacente. Gli agenti delle Volanti intervenivano immediatamente nell'abitazione del giovane, con l’ausilio dell’unità cinofila in dotazione alla Guardia di finanza. Scattava dunque la perquisizione domiciliare durante la quale veniva rinvenuto - prosegue la ricostruzione ufficiale della Questura - un quantitativo di sostanza stupefacente del tipo hashish pari a 5,314 grammi. "Roba" suddivisa in stecche e un bilancino di precisione. Su disposizione dell’autorità giudiziaria, Infantino è stato ricondotto nella sua abitazione dove è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

droga sequestrata volanti-2

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento