Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Scivolò a causa della cera caduta durante la fiaccolata, Comune citato in giudizio

L'uomo perse il controllo della sua Vespa, in piazza Pirandello, a causa del manto stradale reso scivoloso dalla sfilata con le fiaccole accese

Perse il controllo della sua Vespa, in piazza Pirandello ad Agrigento, a causa del manto stradale reso scivoloso dalla cera caduta durante la Fiaccolata del Mandorlo in fiore. Era il 9 marzo del 2018 quando l’agrigentino rimase ferito e la Fiaccolata s’era tenuta il giorno prima. A fine anno, il cittadino – che riportato gravi lesioni personali e danni alla sua due ruote - ha citato il Comune in giudizio, dinanzi al tribunale di Agrigento, e chiede un “cospicuo risarcimento del danno” – scrivono dal Municipio che, negli atti, in barba a quella che dovrebbe chiamarsi trasparenza, non quantificano la somma.

Palazzo dei Giganti, su disposizione del sindaco Franco Micciché, ha ritenuto di doversi costituire in giudizio per chiedere ed ottenere il rigetto della domanda di risarcimento danni. Proprio il sindaco ha disposto di conferire l’incarico di difesa e rappresentanza dell’ente all’avvocato Antonino Insalaco che è il dirigente del primo settore. Una nomina che quindi non comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione economica-finanziaria del Municipio. Non si tratta del primo caso perché anche nel marzo del 2019 una donna è scivolata e si è fatta male proprio a causa del manto stradale reso scivoloso dallo strato di cera formatosi a seguito della fiaccolata. La donna, subito dopo l’incidente, citò in giudizio il Municipio chiedendo un risarcimento danni di 40.350,78 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scivolò a causa della cera caduta durante la fiaccolata, Comune citato in giudizio

AgrigentoNotizie è in caricamento