L'olio dei frantoi arriva fino al mare: denuncia di MareAmico

Claudio Lombardo: "Ricordiamo che queste acque sono 200 volte più inquinanti delle fogne!"

La foce del fiume Naro

Ci risiamo. Esattamente come è accaduto negli anni passati, negli ultimi giorni - è ormai tempo di molitura delle olive - qualche oleificio si è già liberato delle proprie acque di vegetazione che inevitabilmente sono arrivate nel fiume Naro e anche nel mare di Cannatello. A denunciarlo, documentandolo con fotografie e video, è stata l'associazione MareAmico. 

foce drone-2

"Si tratta di qualche oleificio disonesto - ha commentato Claudio Lombardo, responsabile di MareAmico - . Ricordiamo che queste acque sono 200 volte più inquinanti delle fogne!". 

Dal Comune di Agrigento è stato garantito che verrà allertato il settore III: Ecologia-Sanità-Ambiente, nonchè il nucleo Tutela ambientale della polizia locale. All'associazione MareAmico è stato consigliato, qualora non fosse stato ancora fatto, di inoltrare apposito esposto agli altri vari nuclei di tutela ambientale delle forze dell'ordine, "vista la natura reiterata e penale del reato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento