Cronaca

Schiuma nel porticciolo, Mareamico: "E' l'inquinamento del fiume Akragas"

Secondo l'associazione ambientalista "il fenomeno si registra in presenza di forti mareggiate di ponente. Nel corso d'acqua ci sono fosfati e ammoniaca"

La schiuma nel porticciolo

Mareamico denuncia la presenza, registrata ieri, di schiuma nel porticciolo turistico di San Leone e spiega anche perché, secondo l’associazione ambientalista, si verifica il fenomeno.

“Quello che si è visto ieri presso il porticciolo turistico di San Leone "Cesco Tedesco" è un fenomeno che di tanto in tanto accade, allorquando – spiega Mareamico - si è in presenza di forti mareggiate di ponente. Questo si verifica per la costante presenza di sostanze inquinanti alla foce del fiume Akragas (come i fosfati, l'ammoniaca e i prodotti contenenti carbonio). Le sostanze in questione – aggiungono gli ambientalisti -  causano un aumento della produzione di fitoplancton che durante le mareggiate, a causa delle forti correnti e del moto ondoso, producono montagne di schiuma. Poi la presenza di tensioattivi provenienti dagli scarichi domestici, immessi illegalmente nel fiume, fa il resto”. Secondo Mareamico, inoltre, “il cattivo odore presente sempre durante questi fenomeni è dato dalla movimentazione dei fondali che per mesi accolgono le acque ed i sedimenti inquinati provenienti dal fiume Akragas”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiuma nel porticciolo, Mareamico: "E' l'inquinamento del fiume Akragas"

AgrigentoNotizie è in caricamento