menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Questura di Agrigento

La Questura di Agrigento

"Hanno rubato nel liceo Leonardo", arrestati due giovanissimi

Ai domiciliari sono finiti Lorenzo Losi di 20 anni e Marco Oliva di 19 anni, entrambi agrigentini. Un minorenne, sorpreso insieme a loro, è stato denunciato a piede libero. I tre si sarebbero impossessati dell'incasso del distributore di snack

Sono accusati di avere rubato l’incasso del distributore di merendine e bibite del liceo linguistico “Leonardo” di Agrigento, i due giovani del luogo arrestati la notte scorsa dalla polizia. Si tratta di Lorenzo Losi di 20 anni e Marco Oliva di 19 anni.

Un minorenne, originario di Palermo, è stato invece denunciato a piede libero. Per tutti l’accusa è di furto aggravato.

“Intorno alle 2.30 – scrive la questura in un comunicato stampa -  a seguito di segnalazione pervenuta al 113, due equipaggi della “squadra volante” intervenivano presso il liceo linguistico “Leonardo” sito in via Dante. Uno degli equipaggi notava tre giovani che procedevano verso la via Manzoni e, nel contempo, un utente segnalava di avere notato, poco   prima, tre individui che scendevano dalle scale dell’istituto scolastico, fornendone anche una sommaria descrizione. Alla vista degli agenti, i tre soggetti tentavano di allontanarsi attraverso il boschetto sottostante, ma immediatamente inseguiti, venivano raggiunti e bloccati. Poco prima di essere raggiunto, Lorenzo Losi gettava un sacchetto in plastica, prontamente recuperato dagli agenti, contenente monete ed una tenaglia”. “Il sopralluogo effettuato presso il liceo consentiva di accertare – aggiunge la questura - che i tre denunciati si erano introdotti all’interno dell’istituto scolastico forzando l’apparecchio distributore di bevande e snack, asportandone l’incasso”.

“Al Losi veniva – si conclude il comunicato stampa - contestata l’ipotesi di reato di danneggiamento aggravato per avere colpito con un pugno una porta dell’ufficio di polizia, lesionandone la vetrata. Espletate le formalità di rito, i due arrestati venivano condotti presso le rispettive abitazioni e posti in regime di arresti domiciliari”.

Negli ultimi mesi ad Agrigento si è assistito ad una vera e propria escalation di questo tipo di furti, perciò le forze di polizia hanno intensificato i controlli, soprattutto nelle ore notturne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento