"Per queste pillole serve la prescrizione medica": immigrato semina il caos in farmacia

Il giovane voleva comprare l'antiepilettico che i pusher mescolano con alcol o diluente creando la cosiddetta "eroina dei poveri”

Entra in farmacia e chiede un antiepilettico. Non appena si sente spiegare che, per acquistare quelle pillole, è necessario presentarsi con una prescrizione medica va su tutte le furie e, letteralmente, determina il caos. Protagonista, ieri mattina, in una farmacia del centro urbano, è stato un giovane immigrato. L’uomo non ha praticamente voluto sentir ragioni, è andato in escandescenze e non c’è stato verso di fermarlo fino a quando non sono sopraggiunti i poliziotti della sezione Volanti della Questura. Qualche cliente della farmacia, temendo che la situazione degenerasse ulteriormente, si è anche allontanato a gambe levate. Quando gli agenti delle Volanti sono giunti in farmacia, sono riusciti subito ad allontanare l’extracomunitario e poi, facendo intervenire un’autoambulanza del 118, il giovane è stato fatto trasferire al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio”. L’immigrato, in farmacia, si era presentato per acquistare una scatola di “Rivotril”: un farmaco “famoso” alle cronache – anche locali – perché pusher e consumatori sono soliti mescolarlo con alcol o diluente. Un mix che, dagli esperti, è stato definito come “l’eroina dei poveri”. Era il marzo dello scorso anno quando, ad Agrigento, si iniziò a  parlare proprio della cosiddetta “eroina dei poveri”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non soltanto hashish ed “erba”, fra le viuzze del centro storico di Agrigento: quelle fra piazza Ravanusella e via Atenea, ma anche psicofarmaci, uno in maniera particolare, che vengono mischiati con alcol. La scoperta venne fatta lo scorso anno, appunto, durante uno tanti blitz messi a segno dai poliziotti della sezione Volanti della Questura, proprio fra piazza Ravanusella e via Vallicaldi. In più occasioni, da quel momento in poi, le forze dell’ordine sequestrarono – lo spaccio era “in mano” ai gambiani -  “tocchetti” di hashish, ma anche quello psicofarmaco della categoria di ansiolitici e antiepilettici -  medicina che costa molto poco ed è con prescrizione sanitaria facilmente reperibile in farmacia - che se associato all'alcol produce effetti simili a quelli dell'eroina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento