Coronavirus, resta un solo contagiato per la provincia: saliti a 113 i guariti

L'unico "positivo" rimane a Sciacca che è la città dove - per l'Agrigentino - è stato scoperto il primo focolaio. Il saccense ancora infetto si trova in quarantena domiciliare

Fatta eccezione per i 28 migranti contagiati da Covid-19, che sono però nella "zona rossa" della nave-quarantena Moby Zazà, ad Agrigento e provincia è rimasto soltanto un contagiato. Uno solo. E si trova a Sciacca. Emerge questo dal report dell'azienda sanitaria provinciale che, anche oggi, registra un guarito. Non ci sono infatti più casi di Coronavirus nei Comuni dove, di recente, se ne erano registrati: Campobello di Licata, Canicattì e Raffadali. L'unico "positivo" rimane a Sciacca che è poi la città dove - per l'Agrigentino - è stato scoperto il primo focolaio. E il saccense ancora infetto si trova in quarantena domiciliare. 

IL REPORT ASP DEL 26 GIUGNO

Agrigento e provincia restano, dunque, ad un totale complessivo di 128 contagiati, praticamente tutti guariti appunto. Ma ci sono stati, purtroppo, anche 14 decessi.

La situazione in Sicilia 

Nessun nuovo contagio in Sicilia nelle ultime 24 ore, ma purtroppo nell'Isola si registra un altro decesso dovuto al Covid-19. Il numero dei morti quindi sale a 281. Gli attuali positivi come comunicato dalla Regione alla Protezione civile attualmente sono 129 (uno in meno di ieri), il totale dei casi sale quindi a 3076 (328 scoperti con attività di screening diagnostico).

Rimangono ricoverate 22 persone  di cui 4 in terapia intensiva, mentre sono 107 le persone in isolamento. Sono 2291 invece  i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore.

La situazione in Italia

Il bollettino di oggi, venerdì 26 giugno 2020. Sono 259 i nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Italia. I contagiati salgono così a 239.961. Gli attualmente positivi sono 17.638, 665 in meno di ieri. Trenta le vittime nelle ultime 24 ore, così i morti salgono a 34.708. Sono invece 890 i guariti: il totale sale a 187.615. 

covid dati-2

In Lombardia si registrano 156 casi, il 60,2% del totale. Alto anche il numero in Emilia Romagna, +46 casi, per il focolaio di Bartolini a Bologna. Gli attualmente positivi sono 17.638, 665 meno di ieri mentre risalgono leggermente le terapie intensive: 2 più di ieri per un totale di 105.

Dopo il bollettino di ieri, in cui c'è stato un aumento dei nuovi contagi, soprattutto a causa dei nuovi focolai (Bologna e Mondragone su tutti), l'allerta rimane alta con l'Oms che ha paragonato l'epidemia del nuovo Coronavirus alla Spagnola: "Potrebbe tornare a colpire dopo l'estate". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento