rotate-mobile
Cronaca

Consiglio del Parco, "troppi componenti": Capizzi ricorre al Cga

Il tribunale amministrativo regionale aveva rigettato la richiesta d'impugnazione del decreto assessoriale del giugno scorso

Gabriella Capizzi, che figurava tra i precedenti componenti del Consiglio, ha impugnato la sentenza del Tar Sicilia davanti al Cga. Proprio il tribunale amministrativo regionale di Palermo aveva rigettato la richiesta d'impugnazione - avanzata da Capizzi, "Sgarbiana" di ferro - del decreto assessoriale del giugno scorso sul rinnovo del Consiglio del Parco archeologico Valle dei Templi e alla revoca della nomina della stessa Capizzi quale componente del Consiglio del Parco. 

Respinto il ricorso: è legittima la nomina del presidente del Consiglio del Parco archeologico

Davanti al Cga ha deciso di costituirsi in giudizio anche il Comune di Agrigento. Il sindaco Lillo Firetto ha conferito l'incarico di difesa e rappresentanza dell'ente all'avvocato Antonino Insalaco, dirigente del primo settore, congiuntamente all'avvocato Rita Salvago.

In piena estate, il presidente della Regione ha nominato non solo il nuovo direttore del Parco della Valle dei Templi, l'architetto Roberto Sciarratta, ma anche il presidente e l'intero Consiglio del Parco, sostituendo Bernardo Campo, che dall'assessore Sebastiano Tusa, poi deceduto nel tragico incidente aereo in Etiopia, era stato ritenuto non in possesso dei requisiti per svolgere tali funzioni. Secondo quanto previsto dalla legge regionale numero 9 del 2015, non soltanto il numero dei componenti è stato portato a cinque, ma il Comune di Agrigento è  tornato ad avere diritto di voto in Consiglio, mentre in precedenza la sua rappresentanza  era stata ridotta a funzioni puramente consultive e non vincolanti.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio del Parco, "troppi componenti": Capizzi ricorre al Cga

AgrigentoNotizie è in caricamento