Cronaca

Adeguamento dei contratti, i lavoratori del Comune scendono in piazza: "I nostri appelli sono rimasti inascoltati"

Il sindacato Cisl: “Abbiamo cercato più volte un’interlocuzione produttiva con il Comune ma non abbiamo ottenuto risposta. Per questo abbiamo proclamato la giornata di sciopero". Lo stato di agitazione potrebbe continuare

La protesta di oggi

Scendono in piazza i lavoratori del Comune di Naro: pronti a nuove forme di protesta. Si chiede l’adeguamento dei contratti e il ripristino della contrattazione decentrata.

La protesta dei lavoratori del Comune scaturisce dal mancato adeguamento contrattuale e soprattutto dall'assoluta mancanza di un ripristino della cosiddetta contrattazione decentrata del personale.

La risposta del sindaco: "Condivido le preoccupazioni dei lavoratori, pronta a dimettermi"

Hanno dunque incrociato le braccia e, questa mattina, hanno dato il via ad un’astensione che vuole richiamare l’attenzione dell’amministrazione narese su problemi che, per i lavoratori, sono diventati ormai annosi.
“Abbiamo cercato più volte un’interlocuzione produttiva con il Comune - dicono il segretario della Cisl Fp Salvatore Parello e Pietro Aquilino, coordinatore provinciale Enti locali Cgil - ma i nostri appelli sono rimasti più e più volte inascoltati spingendo i dipendenti a chiedere una giornata di sciopero”.
I lavoratori, se le criticità contestate non dovessero trovare immediata soluzione, sono pronti a proseguire con altre forme di protesta.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adeguamento dei contratti, i lavoratori del Comune scendono in piazza: "I nostri appelli sono rimasti inascoltati"

AgrigentoNotizie è in caricamento