menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Fece un patto coi boss per farsi eleggere sindaco e senatore”: Tuzzolino fa scena muta

L'ex collaboratore di giustizia davanti ai giudici ha scelto di non proferire parola. L'ex sindaco di Agrigento è accusato di essere sceso a compromessi con delle cosche mafiose

L’ex collaboratore di giustizia Giuseppe Tuzzolino, nel processo Sodano, si è avvalso della facoltà di non rispondere. L’uomo è stato arrestato e condannato con l’accusa di essersi inventato accuse nei confronti di professionisti e magistrati.

Tuzzolino, secondo quanto ricostruito da La Sicilia, è chiamato a testimonia nel processo che riguarda l’ex sindaco di Agrigento, Calogero Sodano. Il politico è stato assolto in primo grado  ed è imputato in appello di concorso esterno in associazione mafiosa. Tuzzolino, davanti al giudice, ha deciso di fare scena muta. Sodano, secondo l’accusa, per approdare in Senato sarebbe sceso a compromessi con delle cosche mafiose.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento