Pasta senza glutine: le alternative buone e salutari

Come sostituire il glutine senza fatica con mais, riso, quinoa, legumi. Una pasta buona, leggera e saportita che non scelgono solo i celiaci, ma anche chi segue un'alimentazione ben bilanciata

Quante varietà di pasta senza glutine esistono? Le alternative alla pasta di frumento sono ormai molto numerose e ad acquistarle non sono soltato i celiaci, ma anche chi segue diete e un'alimentazione ben bilancata.
Di pasta secca senza glutine esistono tante varietà, perché tante sono le farine naturalmente gluten free da cui è possibile ottenere la pasta, alimento versatile e indispensabile all’interno di una alimentazione sana ed equilibrata.

Pasta di riso
Forse è quella più diffusa sugli scaffali dei supermercati, anche di quelli più piccoli. Si ottiene dalla farina di riso, ha un colore pallido, mantiene la cottura al dente (soprattutto quella di qualità) e si abbina bene con condimenti di tanti tipi, perché il sapore è esattamente quello del riso. Le calorie per 100 g di pasta di riso sono quasi identiche a quelle della pasta di frumento. Molto gustosa è anche la pasta di riso integrale, ancora più nutriente di quella di riso bianco.

Pasta di mais
Diffusa tanto quanto quella di riso, spicca sugli scaffali per il suo colore giallo acceso. È realizzata con farina di mais e spesso una parte di farina di riso.

Pasta di legumi
È la pasta gluten free realizzata con 100% di farina di legumi, fagioli e lenticchie soprattutto, ma anche ceci o di piselli, ed è l’ultima arrivata sugli scaffali dei negozi. Quelle di legumi sono paste molto saporite e nutrienti, ideali quindi non solo per chi segue una dieta senza glutine ma anche per chi vuole variare la propria alimentazione mangiando sano e senza rinunciare a un piatto di fusilli. Ovviamente, rispetto alla pasta di riso o di mais, la pasta di legumi è molto più proteica e contiene meno carboidrati..

Pasta di quinoa 
Ormai la farina di quinoa spopola e viene utilizzata per molte preparazioni, dal pane ai biscotti fino alla pasta secca. La pasta di quinoa è leggera, proteica e nutriente, ha un sapore delicato e si sposa bene anche con condimenti decisi.

Pasta di grano saraceno
La farina di grano saraceno è forse la farina alternativa naturalmente senza glutine che più è stata rivalutata nell’ultimo periodo. In genere non viene utilizzata in purezza nella pasta secca, ma insieme ad altre farine gluten free, soprattutto a quella di riso e di mais. Dal sapore deciso e rustico, quella di grano saraceno non è una pasta molto proteica (più o meno come quella di riso).

Pasta di soia
Molto diffusa nella cucina asiatica, la pasta di farina di soia è una pasta naturalmente gluten free, perché la soia è un legume, così come lenticchie o fagioli cannellini. La pasta di soia si trova anche in altri formati dai classici e famosi spaghetti, ed è, come quella di lenticchie o di ceci, molto proteica e digeribile. 

Pasta shirataki di konjac
Detta la pasta a “zero calorie” (ne contiene dalle 10 alle 20 ogni 100 g), si ottiene dalla farina della radice di konjac, una pianta asiatica che cresce nelle regione subtropicali. L’aspetto della pasta Shirataki è quello dei vermicelli, e sono venduti soprattutto secchi, da reidratare, ma anche in forma umida, in vaschette. Ottima saltata in padella, è buona anche in brodo, in preparazioni simili a quelle dei ramen.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel ricordo di Ennio Morricone, "Il Volo" di Barone sul palco dell'Ariston

  • Dieci poliziotti positivi al Covid-19, accertata variante inglese per quattro

  • Scuole chiuse a Lampedusa e Porto Empedocle, la Regione cambia idea

  • Scattano i divieti nel week end per San Leone: ecco l'ordinanza di Micciché

  • Cupolette di pesce spada e sole di San Leone, Mick Jagger è in città

  • Scoppia la rissa fra più gruppi di giovani, tutti gli esagitati sono riusciti a dileguarsi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento