Naro, un nuovo impianto d'allarme per il museo civico cittadino

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Sono stati ultimati i lavori di installazione del nuovo impianto di allarme all’interno del Museo Civico di Naro. Il nuovo sistema ha sostituito il vecchio impianto ormai obsoleto e non più funzionante. Si sono allarmate le aree dell’ex-ospedale di San Rocco, che ospita la sezione grafica del museo, e l’intero primo piano dell’ex-convento, dove sono situate, fra le altre stanze, la sala conferenze e la prestigiosa sala della finestra angolare, con teche solitamente utilizzate per le esposizioni temporanee.

Con il completamento di questi lavori si migliora la sicurezza della struttura, ha dichiarato il direttore tecnico Daniele Sorce. L’attività è stata svolta in continuità con i lavori di manutenzione ordinaria ed abbattimento delle barriere architettoniche realizzati lo scorso anno. Se quei lavori erano volti principalmente a migliorare il livello di sicurezza per le persone, con l’installazione del nuovo allarme si vuole migliorare la tutela del patrimonio, artistico e non, conservato all’interno di Palazzo Malfitano-Giacchetto. Tale infrastruttura permette inoltre di organizzare con maggiore sicurezza eventi temporanei di rilievo e quindi di dare maggiore slancio all’attività culturale dell’istituzione curata dalla direzione
scientifica.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento