rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Sciacca Sciacca

Sciacca, nuova conferenza dei servizi per la biblioteca comunale

L’assessore alla Cultura del Comune di Sciacca, Salvatore Monte, l'ha convocata martedì 24 gennaio, alle ore 10

L’assessore alla Cultura del Comune di Sciacca, Salvatore Monte, ha convocato una nuova conferenza di servizi sui provvedimenti da adottare per salvaguardare la biblioteca comunale, in programma per martedì 24 gennaio, alle 10, all’interno dei locali della stessa biblioteca “Monsignor Aurelio Cassar”. 

“Ho indetto questo nuovo incontro – dice l’assessore Salvatore Monte – dopo che la scorsa settimana la conferenza di servizi, che ho convocato, è stata annullata per l’assenza di enti invitati per esprimere i propri importanti pareri e assumere ogni decisione, tra cui un rappresentante della Sovrintendenza ai Beni Culturali di Agrigento. Ente che ha espresso in questi giorni la propria posizione sulla stampa tramite il direttore di Sezione per i beni bibliografici e archivistici, ancor prima che negli incontri istituzionali opportunamente organizzati. Dichiarazioni legittime che mi sarei aspettato fossero espresse proprio durante la conferenza di servizi o quanto meno che l’assessore fosse stato contattato o prima o contestualmente per conoscere informalmente la posizione della Sovrintendenza. Non possiamo comunicare solo per mezzo di altri canali”. 

“Auspico – aggiunge l’assessore Salvatore Monte – che la biblioteca non si trasformi in uno scenario di bega politica, alimentato da note stampa, dichiarazioni, interviste. Questo non mi interessa, come non interessa alle associazioni e alle personalità che in questi giorni si sono fatte sentire a sostegno della biblioteca, del suo patrimonio librario e dei suoi servizi. Da più parti si chiedono provvedimenti celeri per risolvere il problema. Non sarà il pingpong di dichiarazioni tra funzionari a risolverli. Conosco perfettamente le regole che impongono il mantenimento del Fondo Antico nel luogo dove si trova. Nessuno ha parlato del suo trasferimento in altra sede. L’ipotesi che vogliamo percorrere è quella di un trasferimento solo dei testi recenti dal palazzo municipale al complesso monumentale del Sant’Anna, dove è prevista l’attivazione di una biblioteca moderna, con supporti multimediali. Sono stato il primo a suggerire, negli innumerevoli incontri passati, di destinare fondi per la manutenzione straordinaria della sede storica della biblioteca comunale, per garantire quella monumentale di Via Roma e quella moderna del Sant’Anna”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciacca, nuova conferenza dei servizi per la biblioteca comunale

AgrigentoNotizie è in caricamento