rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Canicatti Canicattì

Tribunale Canicattì: Paci: "Occorrono iniziative condivise e orientate"

Intervento del capogruppo del Pdl alla Provincia regionale

Il capogruppo del Pdl alla Provincia regionale di Agrigento, Ivan Paci, interviene in difesa della sede distaccata del Tribunale di Canicattì, a rischio soppressione per la paventata chiusura dei Tribunali cosiddetti "minori" e su quanto avviene all'interno dell'Udc dopo che il senatore Giampiero D'Alia ha presentato un’interrogazione al ministro della Giustizia sul caso.

"Con l'interpellanza - afferma Paci - il coordinatore regionale del partito di Casini chiede di sapere quali siano i criteri seguiti per ridisegnare la complessiva organizzazione territoriale della giustizia in Italia. Intanto lo stesso leader dell’Udc, Pierferdinando Casini, in un’intervista televisiva, dai microfoni di Canale 5, ribadisce la necessità di razionalizzare la geografia giudiziaria del nostro Paese e quindi la scelta di chiudere alcune sedi periferiche degli Uffici giudiziari. Non sembra pertanto - ha continuato - che l’Udc di Canicattì si sia affidato in buone mani per difendere una causa, senz'altro giusta. Infatti, o il senatore D’Alia non è al corrente della linea del suo partito sull’organizzazione della Giustizia in Italia, o, poiché un’interrogazione non si nega a nessuno, la si fa anche quando è perfettamente inutile e serve solo per diramare un comunicato stampa. Se si vogliono ribadire le ragioni di opportunità che consigliano di non trascurare l'indiscutibile valore sociale, culturale ed economico delle sedi giudiziarie in prossimità dei territori a più alta densità criminale e maggiormente a rischio - ha concluso Paci - occorre scegliere iniziative più credibili e politicamente condivise ed orientate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tribunale Canicattì: Paci: "Occorrono iniziative condivise e orientate"

AgrigentoNotizie è in caricamento