rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024

"C'è stato uno sbarco 'fantasma'? O sono scappati dal centro d'accoglienza?": lo stupore per quei migranti in giro di notte

Tantissimi i cittadini che imbattendosi nei gruppetti di extracomunitari si sono interrogati su quello che stava accadendo. Si tratta, però, di tunisini per la maggior parte che trasferiti da Lampedusa e sbarcati a Porto Empedocle hanno l'ordine di lasciare l'Italia

"C'è stato uno sbarco 'fantasma'?". "Sono scappati da qualche struttura d'accoglienza?". Da giorni ormai, tanto a Porto Empedocle quanto ad Agrigento, i cittadini - sorprendendosi - di quei gruppetti di migranti che, durante la notte, sono a "spasso" per le strade delle due città, si interrogano. Qualcuno, ma non è stato il caso di stanotte, fa scattare anche la segnalazione alla sala operativa delle forze dell'ordine. 

Chi invece s'è trovato a transitare dall'area di piazza Stazione, nella città dei Templi, non ci ha messo molto tempo a comprendere come stavano i fatti. Tanto l'area di piazza Marconi, quanto quella del terminal autobus di piazzale Rosselli, sono tornate infatti ad essere "affollate" da migranti. E si tratta di tunisini per la maggior parte. 

Stanotte, a Bonamorone, sono stati immortalati alcuni gruppetti di migranti che si avviavano verso via Crispi. A scortarli una pattuglia dei carabinieri. Nei giorni scorsi, invece, altri gruppetti - ed era stato ipotizzato appunto uno sbarco "fantasma" - erano stati notati, e segnalati, nell'area di contrada Caos. 

Migranti a "spasso" dopo lo sbarco, chiedono informazioni per raggiungere la città

Nessuno sbarco "fantasma" però, né fughe dalle strutture d'accoglienza. Sono coloro - ed ecco perché ci sono stati più "avvistamenti" nel corso degli ultimi giorni - che vengono trasferiti da Lampedusa, con il traghetto di linea, a Porto Empedocle. Coloro che hanno l'ordine del questore di lasciare il territorio italiano nel giro di cinque giorni. 

La maggior parte di coloro che vengono trasferiti, in quanto richiedenti asilo politico o protezione umanitaria, vengono accompagnati - al porto ci sono i pullman che li attendono - nei Caf. Coloro che invece non hanno alcun diritto di restare sul territorio della penisola vengono raggiunti appunto dall'ordine del questore di Agrigento. E sbarcati dal traghetto di linea si mettono in "marcia" verso la città dei Templi e, soprattutto, verso la stazione ferroviaria. L'obiettivo è, naturalmente, uno soltanto: prendere i primi mezzi disponibili per raggiungere il Nord.

Anche negli anni passati, gli agrigentini - stupendosi - hanno ripreso, con i telefoni cellulari, i migranti che camminavano, in fila, sul ponte Morandi. 

Migranti sul viadotto Morandi, in "viaggio" per raggiungere il centro: quasi tutti diretti in Francia

Video popolari

"C'è stato uno sbarco 'fantasma'? O sono scappati dal centro d'accoglienza?": lo stupore per quei migranti in giro di notte

AgrigentoNotizie è in caricamento