rotate-mobile
Calcio

Canicattì, il bilancio del ds Avarello: "Stagione difficile e complicata ma siamo molto contenti per questa salvezza"

Le dichiarazioni del direttore sportivo biancorosso al termine della sfida di ieri pomeriggio, in casa contro il Castrovillari. Il dirigente ha fatto un appello all'amministrazione comunale, affinché i biancorossi possano tornare a giocare in città

"E' stato un campionato difficile, tortuoso: ci siamo misurati con una categoria che non conoscevamo. Il prossimo anno saremo ancora in serie D, una bella soddisfazione". Così il ds del Canicattì, Alessandro Avarello, ha tracciato un bilancio della stagione appena conclusasi, terminata ieri pomeriggio con un pari casalingo contro il Castrovillari.

"Siamo partiti lo scorso anno gettando delle basi solide, poi in questa stagione abbiamo disputato questa serie D: in realtà la società ha messo le basi già da tempo, stiamo raccogliendo i frutti del nostro lavoro. Siamo contenti di quanto stiamo facendo, vogliamo continuare così. L'unica nota stonata della stagione è lo stadio, non abbiamo una casa nostra: da quattro, cinque anni facciamo sacrifici enormi per viaggiare. Ci appelliamo all'amministrazione comunale, chiediamo di poter riavere la nostra casa perchè solo Canicattì sa regalare un grande spettacolo. Da questa categoria abbiamo imparato tanto, è stato bello confrontarci con i nostri avversari: per esempio, dobbiamo imparare tanto dal Catania ma anche da altre. Si vedeva che gli etnei non avevano nulla a che fare con questa categoria. Noi dobbiamo sempre migliorare e cercare di sbagliare il meno possibile. Dedico la salvezza alla mia famiglia, alla società, ai giocatori, a mister Bonfatto e all'attuale Pidatella: tutti coloro che hanno creduto e combattuto per la salvezza meritano di essere citati in questo grande obiettivo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Canicattì, il bilancio del ds Avarello: "Stagione difficile e complicata ma siamo molto contenti per questa salvezza"

AgrigentoNotizie è in caricamento