menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Sì" al finanziamento da 450 mila euro, nasce una scuola per i beni culturali e il turismo

L'istituto tecnico superiore sarà abilitato a rilasciare titoli di studio post-diploma al termine dei relativi corsi biennali che si svolgeranno nei locali del plesso dell'ex scuola media "Riolo Specchi"

Il finanziamento è di 450 mila euro. Ed è stato ottenuto - dall'istituto statale "Galileo Galilei" di Canicattì a cui è associato l'istituto tecnico "Federico II di Svevia" di Naro - dal programma operativo del Fondo sociale europeo della Regione siciliana. A Naro nascerà una fondazione per la costituzione di un istituto tecnico superiore. 

Una fondazione che sorgerà con la partecipazione del Comune, dell'università di Palermo e di alcune imprese tra cui il Village resort 'Città del mare' e con la partnership dell'agenzia formativa nazionale "Centro studi Toniolo". E sarà proprio la costituenda fondazione che gestirà l'istituto tecnico superiore abilitato a rilasciare titoli di studio post-diploma nell'area delle tecnologie innovative dei beni culturali e del turismo, al termine dei relativi corsi biennali che si svolgeranno nei locali del plesso dell'ex scuola media "Riolo Specchi".

La proposta progettuale su cui è basato l'Its è denominata "Costruire il proprio progetto di vita in Sicilia" ed è stata elaborata e presentata dal dirigente scolastico dell'Iiss "Galileo Galilei" di Canicattì, Vincenzo Fontana, che ha fortemente creduto nell'idea sin dall'inizio, coinvolgendo enti pubblici e imprese private (quali soci fondatori e quali partner) nell'iniziativa che adesso verrà concretamente alla luce.

"La nuova fondazione Its per le tecnologie innovative dei beni culturali e del turismo è importante per il contesto territoriale in cui nasce. La città di Naro possiede un patrimonio culturale, barocco e medievale, non indifferente - ha spiegato il sindaco Lillo Cremona - oltre che bellezze naturali invidiabili come la vallata del Paradiso e il lago San Giovanni. Il dirigente scolastico Vincenzo Fontana ha avuto un'intuizione straordinaria che ha subito trovato l'apertura e la collaborazione dell'amministrazione comunale, giungendo al risultato del finanziamento dell'iniziativa che potrà costituire un volano per lo sviluppo socio-culturale dell'hinterland territoriale".   


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

L'accademia delle Belle arti dona quindici quindici quadri al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Gioca 10 euro e ne vince 2milioni: caccia al fortunato di Cattolica Eraclea

  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento