M5S: "Sperequazione del governo tra Comuni di serie A e B è vergognosa e intollerabile"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Tutti impallinati. Sono stati tutti bocciati gli emendamenti del Movimento 5 stelle all’Ars al ddl di variazione di Bilancio che cercavano di correre in aiuto di tutti i Comuni  in dissesto e pre dissesto. 

“È inammissibile – affermano i parlamentari 5 stelle – che il governo Musumeci continui a fare intollerabili e vergognose sperequazioni tra Comuni di serie A e serie B, tra figli e figliastri, per meri e bassi interessi di bottega. Nessuno di noi ha nulla contro il Comune di Catania, ma tutti, da Porto Empedocle a Bolognetta, da Borgetto a Tortorici, vanno trattati allo stesso modo. Tutti i lavoratori delle varie amministrazioni siciliane hanno lo stesso diritto di percepire lo stipendio al pari dei compaesani di Musumeci, che oggi vengono trattati con i guanti di velluto, mentre tutti gli altri vengono presi a pesci in faccia”.

“Quella in esame a sala d’Ercole – concludono  i deputati 5 stelle – più che una variazione di Bilancio  è una vera Finanziaria cucita su misura addosso a chi è vicino a questo governo, che ha ormai smarrito la bussola, sempre che ne abbia mai avuta una”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento