Violenza in casa, Telefono Azzurro c'è ed è al fianco di bimbi e adolescenti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

In relazione alla tragica vicenda di Modica, Telefono Azzurro vuole ribadire la propria presenza costante al fianco di bambini e adolescenti. E’ necessario che tutta la comunità si responsabilizzi e si attivi tempestivamente, alle prime avvisaglie di disagio del minore, mettendosi in contatto con l’Associazione. Oltre alla linea gratuita di Ascolto e Consulenza 1.96.96, è operativa anche una chat (https://www.azzurro.it/sostegnotutti i giorni, sempre. Bisogna considerare che il momento di crisi che stiamo attraversando può contribuire all’aumento delle tensioni familiari. Già nel periodo del lockdown Telefono Azzurro aveva registrato un incremento del 35% delle richieste di aiuto da parte di minori, rispetto ad aprile e maggio 2019; in seguito, durante i mesi estivi, si è ulteriormente innalzato il numero degli episodi di violenza in casa. Tragedie come quella di Modica non devono più ripetersi e per questo serve l’impegno di tutti.

Telefono Azzurro nasce nel 1987 a Bologna: promotore dell’iniziativa è Ernesto Caffo, all’epoca professore associato di Neuropsichiatria Infantile all’Università degli Studi di Modena. Promuove un rispetto totale dei diritti dei bambini e degli adolescenti. Con le sue attività ogni giorno sostiene le loro potenzialità di crescita e li tutela da abusi e violenze che possono pregiudicarne il benessere e il percorso di crescita.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento