"Timbravano e si allontanavano dal Municipio", 19 impiegati rinviati a giudizio

L'ipotesi di reato contestata è truffa. La vicenda è emersa durante dei controlli e delle indagini fatte dai carabinieri

(foto ARCHIVIO)

Il giudice per le udienze preliminari del tribunale di Sciacca, Alberto Davico, ha disposto il rinvio a giudizio di 19 dipendenti comunali per i quali l'ipotesi di reato è di truffa. La vicenda riguarda controlli sul posto di lavoro dei dipendenti e dalle indagini, svolte dai carabinieri, sarebbe risultato che, in determinate circostanze, avrebbero falsamente attestato la propria presenza al Municipio di Villafranca Sicula mediante - riporta il Giornale di Sicilia - la timbratura del badge nell'apposito dispositivo marcatempo, allontanandosi poi in assenza di un permesso formale e senza provvedere alla timbratura del badge in uscita.

Le indagini sono state svolte per qualche mese, a cavallo tra il 2015 e il 2016. Le difese avevano chiesto il non luogo a procedere. Un elemento che ha accomunato la discussione delle difese è stato quello della inoffensività della condotta, anche se dovesse ritenersi sussistente l'ipotesi si tratta di danno irrisorio, di pochi euro, secondo le difese, visto che si contestano anche allontanamenti di minuti. Il giudice ha accolto la richiesta della Procura della Repubblica avanzata dal sostituto Christian Del Turco e disposto il rinvio a giudizio. La prima udienza del processo, dinanzi al giudice monocratico, è fissata per il 26 settembre. Il Comune di Villafranca Sicula si è costituito parte civile, assistito dall'avvocato Nenè Alagna. I dipendenti comunali sono difesi dagli avvocati Luigi La Placa, Paolo Mirabella, Adriano Mulè Cascio, Rosaria Giacomazzo, Gabriella Parrino, Carmelo Ferrara, Michele Pinelli, Giovanni Vaccaro, Sergio Vaccaro, Vincenzo Castellano e Lina Savoca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento