"Timbravano e si allontanavano dal Municipio", 19 impiegati rinviati a giudizio

L'ipotesi di reato contestata è truffa. La vicenda è emersa durante dei controlli e delle indagini fatte dai carabinieri

(foto ARCHIVIO)

Il giudice per le udienze preliminari del tribunale di Sciacca, Alberto Davico, ha disposto il rinvio a giudizio di 19 dipendenti comunali per i quali l'ipotesi di reato è di truffa. La vicenda riguarda controlli sul posto di lavoro dei dipendenti e dalle indagini, svolte dai carabinieri, sarebbe risultato che, in determinate circostanze, avrebbero falsamente attestato la propria presenza al Municipio di Villafranca Sicula mediante - riporta il Giornale di Sicilia - la timbratura del badge nell'apposito dispositivo marcatempo, allontanandosi poi in assenza di un permesso formale e senza provvedere alla timbratura del badge in uscita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini sono state svolte per qualche mese, a cavallo tra il 2015 e il 2016. Le difese avevano chiesto il non luogo a procedere. Un elemento che ha accomunato la discussione delle difese è stato quello della inoffensività della condotta, anche se dovesse ritenersi sussistente l'ipotesi si tratta di danno irrisorio, di pochi euro, secondo le difese, visto che si contestano anche allontanamenti di minuti. Il giudice ha accolto la richiesta della Procura della Repubblica avanzata dal sostituto Christian Del Turco e disposto il rinvio a giudizio. La prima udienza del processo, dinanzi al giudice monocratico, è fissata per il 26 settembre. Il Comune di Villafranca Sicula si è costituito parte civile, assistito dall'avvocato Nenè Alagna. I dipendenti comunali sono difesi dagli avvocati Luigi La Placa, Paolo Mirabella, Adriano Mulè Cascio, Rosaria Giacomazzo, Gabriella Parrino, Carmelo Ferrara, Michele Pinelli, Giovanni Vaccaro, Sergio Vaccaro, Vincenzo Castellano e Lina Savoca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento