"I licenziamenti furono illegittimi", nuovi ricorsi vinti dagli autisti Tua

Ad oggi sono già 5 su dieci i lavoratori che hanno ottenuto ragione da parte dei giudici, ma non sono stati ancora reintegrati

(foto ARCHIVIO)

Vertenza Tua, 5 lavoratori su 10 licenziati nel 2017 in seguito a provvedimenti disciplinari, hanno ottenuto ragione dal tribunale di Agrigento e dovranno (salvo ricorsi) essere reintegrati sul loro posto di lavoro.

Ad annunciarlo, con una nota, è il segretario generale della Cigl Alfonso Buscemi. Dopo le polemiche, gli scontri sindacali e i primi ricorsi al tribunale del lavoro, adesso è la giustizia ordinaria ad aver riconosciuto le ragioni dei lavoratori rispetto all’illegittimità e inconsistenza del licenziamento disposto dall'azienda che gestisce il trasporto pubblico locale ad Agrigento, disponendo che gli autisti possano tornare a riprendere servizio, ottenendo altresì il risarcimento dei danni subiti, oltre al pagamento delle spese processuali. Tra i 12 licenziati (2 furono subito reintegrati) c'è anche il segretario provinciale della Filt Cgil, Giuseppe Donisi, al quale l'azienda - che agì con un'attività di investigazione interna - attribuiva la responsabilità di essersi nascosto sotto un albero a bordo del Bus in contrada Calcarelle anziché effettuare la ripartenza di una corsa, mentre, in realtà, il mezzo era solo fermo al capolinea.

L'azienda era stata già condannata dal Tribunale del lavoro a reintegrare tutti e 10 gli autisti, ma non ha mai ritenuto di farlo scegliendo, invece, di proporre ricorso e, solo pochi giorni fa, di porli tutti in cassa integrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento