rotate-mobile
Cronaca

Superbonus 110%, l'Ordine degli ingegneri scrive alla deputazione: "No al cambio delle regole in corsa"

In particolare nell'occhio del ciclone è un recente decreto che modifica la disciplina dello sconto in fattura e della cessione dei crediti d'imposta in materia edilizia ed energetica

"Superbonus 110%, no al cambio di regole in corsa". A chiederlo in una lettera è l'Ordine degli ingegneri di Agrigento, che si è rivolto alla deputazione agrigentina in vista dell'appuntamento in parlamento dei prossimi giorni, quando la politica sarà chiamata a convertire in legge il decreto dello scorso 21 gennaio che, modifica la disciplina dello sconto in fattura e della cessione dei crediti d'imposta in materia edilizia ed energetica.

"La recente norma, presentata come misura per contrastare le frodi fiscali - dicono gli ingegneri - è un tradimento non solo per i professionisti del settore, ma soprattutto per i cittadini e per le imprese. La cessione del credito è stato in grado di muovere l’economia reale come non accadeva da decenni. Esso, assieme ai vari bonus edilizi, aveva avviato un circolo virtuoso mirato alla riqualificazione energetica e strutturale del nostro prezioso patrimonio edilizio. Se non si modificasse il suddetto art.28, eliminando il vincolo dell’unica cessione del credito, si bloccherebbero non solo le nuove commesse ma anche la stragrande maggioranza dei lavori già avviati, con inevitabili ricadute disastrose per il nostro Territorio".

Gli ingegneri della provincia di Agrigento chiedono quindi alla classe politica di "rilanciare senza indugio la cessione del credito del Superbonus 110%, convinti che i benefici sociali ed economici per la collettività, dovuti alla proroga dello stesso saranno superiori ai costi sostenuti dallo Stato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superbonus 110%, l'Ordine degli ingegneri scrive alla deputazione: "No al cambio delle regole in corsa"

AgrigentoNotizie è in caricamento