Coronavirus e stagione balneare, scoppia il problema delle spiagge libere

La competenza sui controlli sarà dei Comuni, ma questi dovrebbero pattugliare centinaia di chilometri

(foto ARCHIVIO)

La prima settimana di giugno parte la stagione balneare, ma ancora tante sono le questioni non chiarite. 

“Stiamo cercando di capire come affrontare questo momento storico certamente inedito – spiega Angelo Biondi, presidente provinciale del Sindacato italiano balneari -. Ci sono alcune cose che però non ci convincono: innanzitutto quanto previsto dalle linee guida nazionali rispetto alle spiagge libere, che oggi potrebbero costituire persino un pericolo di diffusione del contagio se la presenza di bagnanti non verrà adeguatamente contingentata. Per gli stabilimenti balneari, infatti, ci sono delle regole abbastanza nette, per quanto ancora non del tutto chiare, e sulle spalle dei gestori degli impianti gravano molte responsabilità".

Coronavirus, il Comune dà il via libera all'installazione delle cabine

Preoccupati anche i sindaci, sui quali ricadrebbe la competenza sulle spiagge libere.

“Non è ancora chiaro quale dovrebbe essere il nostro ruolo – spiega Calogero Zicari, primo cittadino di Realmonte – ma è evidente che un’attività di pattugliamento puntuale di tutta la costa è impensabile. Noi metteremo in campo i vigili urbani, ci rivolgeremo alle associazioni di protezione civile e soprattutto metteremo decine di cartelli lungo le spiagge libere, ma per fare un esempio, lungo la sola spiaggia di Lido Rossello si contano 6 o 7 diversi accessi alla spiaggia, per non contare quelli connessi alle abitazioni private”.

Emergenza Covid-19 e pulizia delle spiagge, si comincia con le manutenzioni

Sulla stessa linea il collega Lillo Firetto, sindaco di Agrigento. “E’ un tema che si è posto e che si sta ponendo su base nazionale e rispetto al quale abbiamo interessato anche l’Anci – spiega – perché é evidente che non possa essere caricato tutto sulle spalle dei sindaci”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento