menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Siculiana ricorda i sessantatrè caduti nella Grande guerra

Il 20 luglio ricorre il centesimo anniversario della morte del 23enne Filippo Tabbone, il primo dei sessantatre ragazzi siculianesi che persero la vita durante la guerra del '15-'18

Il 20 luglio ricorre il centesimo anniversario della morte del 23enne Filippo Tabbone, il primo dei sessantatre ragazzi siculianesi che persero la vita durante la guerra del ’15-‘18.

Per l’occasione la comunità di Siculiana ricorderà, lunedì 20 luglio, il sacrificio di quei giovani attraverso una manifestazione commemorativa che inizierà alle 19.30 presso il monumento dei caduti di piazza Umberto I, con la deposizione di una corona alla presenza del sindaco Leonardo Lauricella e delle autorità civili, militari e religiose.

Seguirà presso la splendida cornice del Museo Mete, sito nel quartiere Casale, un convegno che vedrà gli interventi dello scrittore Paolo Cilona, dell’assessore alla cultura Giovanni Pinzarrone, del presidente dell’associazione Alt Siculiana Stefano Siracusa, della poetessa e delegata provinciale Acsi Giuseppina Mira, del cantautore Federico Doria e del curatore del sito www.cadutisiculiana.it Salvatore Domenico Schembri. 

La manifestazione si concluderà con l’inaugurazione di una mostra esplicativa sulle tematiche. L’evento è organizzato dall’associazione Alt Siculiana e dal comitato provinciale Acsi di Agrigento presieduto da Giuseppe Balsano con la collaborazione di Siculiana Online ed il patrocinio del Comune di Siculiana tramite l’assessorato sport turismo e spettacolo presieduto da Enzo Zambito e l’assessorato alla cultura guidato da Giovanni Pinzarrone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento