Ricercato in Germania si era reso irreperibile, catturato e arrestato 38enne

Lo cercavano in tutto Europa ma l'uomo è stato ritrovato nell'Agrigentino. Su di lui pendono le accuse in materia di droga e furto

Non ha opposto resistenza ai carabinieri, il 38enne di Campobello di Licata, condannato in Germania a cinque anni di carcere per i reati di furto e coltivazione di stupefacenti.

Sull’uomo, con analoghi precedenti penali anche in Italia, pendeva un ordine di cattura europea emesso dalle autorità tedesche per due episodi legati al 2018 e al 2019. Si tratta di Salvatore Luigi Bella. 

I militari della stazione di Campobello di Licata,  agli ordini del maresciallo maggiore Luca Vitobello, lo hanno arrestato in un’abitazione di campagna, dove il 38enne abitava insieme alla sua compagna, ponendo dunque fine alla sua latitanza. 

Bella, difeso dagli avvocati Giuseppe Riso e Salvatore Manganello, in occasione dell'interrogatorio, si è avvalso della facoltà di non rispondere ma non ha prestato il consenso alla consegna. La Corte di appello di Palermo ha convalidato l'arresto disponendo la custodia in carcere. Il 30 novembre si terrà l'udienza per decidere sulla consegna alle autorità tedesche. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento